Palacio e Ranocchia verso il rinnovo

Inter oberata di lavoro, sotto ogni lato della società. I vertici ‘altissimi’ si muovono per il passaggio della maggioranza alla cordata di Thohir, Branca e Ausilio si fanno in quattro fra prolungamento di contratti e nuovi innesti, la squadra, a ranghi ridottissimi, si allena alla Pinetina.

Analizziamo proprio la situazione contratti: prolungato e adeguato quello di Juan Jesus e ancora in stand-by quelli di Guarin, Milito e Cambiasso (per questi ultimi se ne riparlerà in primavera), le situazioni più delicate e impellenti sono quelle che riguardano uomini cardine da blindare: Rodrigo Palacio e Andrea Ranocchia, entrambi in scadenza nel 2015.

Per l’attaccante, il regalo potrebbe trovarsi già sotto l’albero di Natale. L’Inter infatti vuol stringere i tempi e confermare i sodalizio con il ‘Trenza’ che vedrà sicuramente aumentato il suo compenso annuo di 2,7 milioni di euro più bonus. Per lui, in questo momento il vero top player nerazzurro, potrebbe essere l’ultimo importante contratto della carriera, visto che a febbraio compirà 32 anni.

Tempi meno frenetici per il quasi 26enne Ranocchia, ma i dettami sono li stessi. Mazzari non lo molla e nonostante le offerte arrivate già in estate, l’unico interista chiamato da Prandelli, verrà convocato da Branca e Ausilio per prolungare un contratto che ovviamente verrà adeguato: ora il difensore è fermo a 2,2 milioni a stagione.

Sul lato acquisti, la dirigenza interista si sta muovendo su piste di sicuro valore ma non per questo dispendiose. Per le fasce, come già detto ieri, si valutano Insua dell’Atletico Madrid (possibile prestito con diritto di riscatto) e Vrsaljko del Genoa. Con Preziosi si potrebbe valutare una comproprietà. Per Fernando del Porto, giocatore di livello che già a gennaio può firmare un precontratto a costo zero, Branca è al lavoro da quasi un anno. La Juventus vuole rompere le uova nel paniere. Sarà una bella sfida.

Fonte: goal.com