Palacio non deve operarsi. Osvaldo, difficile rebus

L'attaccante argentino in Olanda per un consulto: avanti con la terapia conservativa. Il rebus Osvaldo

L’Inter e Mancini sono in ansia per le condizioni della caviglia di Palacio. Oggi l’argentino, accompagnato dal responsabile medico nerazzurro Piero Volpi, è stato ad Amsterdam per un consulto medico. E dopo questo consulto, si è deciso che si procederà con la terapia conservativa, in atto da oltre un mese e mezzo. Niente operazione, Palacio può guarire anche così. Un sollievo per l’Inter.

Palacio è alle prese da diversi mesi con un problema alla caviglia che non gli dà tregua. L’argentino si è fatto male prima del Mondiale e da allora convive con il dolore, che ne ha condizionato l’inizio di stagione. Ecco allora la necessità di un consulto decisivo dal professor Van Dijk, cui si sono già rivolti Cristiano Ronaldo ed El Shaarawy, per stabilire se dovrà essere o meno operato.
Il prof. Van Dijk ha dato indicazioni positive, e l’Inter dunque spera che la terapia conservativa, che ha di fatto portato a miglioramenti significativi, possa bastare.  Anche perché in caso di operazione e dunque di lungo stop (stagione finita), il club nerazzurro avrebbe dovuto pensare balla sua sostituzione. Solo se la sofferenza dovesse aumentare, si ricorrerà all’intervento chirurgico.
La ricerca di un nuovo attaccante può attendere. A meno che non vada in porto l’operazione-recupero di Pablo Osvaldo. Ci sono segnali di tregua, Osvaldo è pronto a chiedere scusa a Mancini e a Icardi, ma la situazione è ancora complessa.
L’idea dello scambio con Quagliarella e il Torino è ancora attuale, così come la possibilità di cessione al Cagliari, che però non rientra nell’interesse di Osvaldo.

FONTESport Mediaset