Palacio: “Il Mondiale, un momento spettacolare. Zanetti? Una persona…”

Rodrigo PalacioIntervistato da TyC SportsRodrigo Palacio, attaccante dell’Inter, parla delle prospettive sue e della Nazionale argentina, a pochi giorni dall’inizio del Mondiale: “La mia seconda Coppa del Mondo? Vivere un momento così con la maglia della Seleccion è sempre spettacolare. So che è difficile trovare un posto in questa Nazionale, dove si trovano tanti grandi giocatori. Io uno dei 23? Ancora non so se sarà così, però mi sento un po’ più importante di prima, ho potuto dimostrare ad Alejandro Sabella di poter avere la possibilità di imponermi. Adesso scenderò in campo sempre con l’idea di aiutare la squadra a vincere. Ad ogni modo per me è un sogno essere qui a poter pensare di essere convocato per giocare un mondiale con la maglia dell’Argentina.

Nel corso dell’intervista si tocca ovviamente anche il capitolo Inter, partendo dalla figura di Javier Zanetti, capitano storico del club nerazzurro, figura importante nell’ambientamento del Trenza: “Ho sempre avuto la grande fortuna di trovarmi all’interno di gruppi sempre forti e uniti.Pupi lo conosciamo, è una persona molto buona e positiva, che ti dà sempre la tranquillità necessaria per giocare e ti ascolta sempre”.

Essendo l’intervista concessa ad un’emittente argentina, non si può esulare dal discorso nazionale e da Lionel Messi che dovrà essere il trascinatore della Selecciòn in Brasile: “E’ il numero uno, il migliore. Noi dobbiamo giocare per la squadra e dobbiamo seguire lui perché possiamo andare molto lontano”.

El Trenza racconta anche la sua crescita tattica dopo l’approdo in Europa e la sua capacità di poter giocare in un attacco a 3, cosa che gli potrebbe capitare insieme a Messi e Di Maria/Lavezzi: “Ho imparato a giocare in un attacco a tre arrivando nel campionato italiano e ho imparato tutti i dettami tattici. Quando ero a Genova dovevo giocare attaccante esterno e fare tutta la fascia, come fossi un “sette” spostato leggermente più avanti. Dovevo sacrificarmi per la squadra e non solo attaccare”.

Fonte: tuttomercatoweb.com