Pagelle Udinese-Inter (1-2): Podolski finalmente decisivo.

Handanovic: 6 – Fa buona guardia per 90 minuti ma sul finale con un uscita avventata fa venire i brividi ai propri tifosi. ANSIOSO

Santon: 6 – Dopo un mese di assenza non sembra aver ritrovato lo smalto migliore e se ne sta rintanato sulla sua fascia svolgendo il compitino e poco più. TIMIDO

Felipe: 6 – Sbaglia pochissimo nello stadio che è stato suo per molti anni. CONCENTRATO

Vidic: 5,5 – Primo tempo impeccabile ma sul gol dell’Udinese si fa anticipare come un novellino da Toto’ Di Natale. BEFFATO

D’Ambrosio: 6,5 – Spinge e si sovrappone con continuità. Peccato che non sia incisivo quando deve crossare. BRILLANTE

Medel: 5 – Allan vince nettamente la battaglia in mezzo al campo. Da una sua palla persa nasce il gol del momentaneo pareggio. SCHIACCIATO

Kovacic: 6 – L’unica nota positiva della partita è il rigore guadagnato. A parte questo episodio non entra mai nel vivo del gioco facendo un passo indietro rispetto a Sabato dove aveva dimostrato tutt’altra verve. ALTALENANTE

Guarin: 5,5 – Impegna il portiere avversario con due conclusioni velenose ma per il resto la sua partita è condita da tanti errori in fase di impostazione. CONFUSIONARIO

Hernanes: 7 (migliore in campo) – Nel primo tempo è immarcabile andando vicino al gol in ben tre occasioni. Nel secondo tempo con la squadra in doppia superiorità numerica inizia a gigioneggiare facendo infuriare il mister. GENIO E SREGOLATEZZA

Palacio: 5,5 – Dopo un primo tempo anonimo, nella ripresa si ostina a voler entrare con la palla in porta perdendosi nei meandri della difesa friulana. LEZIOSO

Icardi: 6 – Lavora molto per la squadra arretrando fino a centrocampo per far salire la squadra. Freddo sul calcio di rigore. COSTRUTTIVO

Podolski: 6,5 – Entra e risolve la partita con un sinistro chirurgico. DECISIVO

Gnoukouri: sv

Mancini: 6,5 – A fine partita giustamente era arrabbiato con i suoi che hanno peccato di maturità non chiudendo la partita in 11 contro 9. Bravo ad indovinare il cambio che decide il match. INTUITIVO