Pagelle Sparta-Inter (3-1): Ennesima figuraccia europea

Handanovic: 6 – Subisce tre gol e vista la prestazione generale della squadra gli va pure bene. INCOLPEVOLE

D’Ambrosio: 4 – Entra in campo senza la giusta convinzione e fa la figura della bella statuina sulla fascia. ARATO

Ranocchia: 2 – Dimostra per ennesima volta di essere improponibile a certi livelli. Da un suo rinvio errato nasce il gol del 1 a 0, saltato come un birillo ogni volta che viene puntato e nel momento migliore ( si fa per dire) lascia la squadra in dieci. OSCENO

Murillo: 4 – Se guidato da Miranda si difende ma se è lui a dover comandare la difesa è notte fonda. Quasi sempre fuori posizione rimedia a volte con la velocità. SOPRAVVALUTATO

Miangue: 4,5 – I compagni di reparto sicuramente non lo aiutano ma anche lui disputa una partita piena di errori ed in perenne sofferenza. SPAESATO

Felipe Melo: 2 – Scivola sul gol, beffato e distratto in occasione del secondo, sbaglia tutte le giocate, comico quando frana su un compagno. Unica nota positiva che a Roma sicuramente non giocherà. SCONCERTANTE

Gnokouri: 4,5 – Molti passi indietro rispetto alla prestazione di Domenica. Tanti errori in fase di impostazione e spesso fuori posizione. DISORDINATO

Banega: 4,5 – Gioca sotto ritmo camminando per il campo e perde un infinità di palloni. BRADIPO

Candreva: 5,5 – Nel primo tempo disastroso della squadra diciamo che è il meno peggio. Qualche spunto sulla fascia ma spesso imprecisi e fini a se stessi. BALBETTANTE

Eder: 3 – Non incide mai sulla partita. Lo si vede solo sul finale quando sbaglia un gol davanti al portiere. SVOGLIATO

Palacio: 5,5 – Trova il gol illusorio ma il giocatore visto stasera, nonostante il solito impegno, dimostra di essere nella parabola discendente della sua carriera. DECLINANTE

Ansaldi: 6 – Qualche buon spunto offensivo che fa ben sperare per il futuro. Visto il livello dei terzini in rosa il suo apporto sarà fondamentale. SPERANZOSO

Perisic: 6 – Mette in allarme la difesa avversaria causando un paio di ammonizioni. PIMPANTE

Icardi: 6 – Il suo ingresso da maggiore peso al attacco e la squadra ne beneficia. Peccato che subito dopo Ranocchia renda inutile il suo ingresso. POSSENTE

De Boer: ? – il “?” non è un errore di battitura. Se snobbare in questo modo l’ Europa League è un ordine della società allora inutile giudicare il suo operato di questa sera. Se invece lui crede che la cozzaglia di giocatori schierati questa sera possono essere competivi vuol dire che il tecnico olandese ha molta confusione in testa e se aggiungiamo come aggravante che non sa nemmeno motivarli al meglio si merita un bel 3. ENIGMA