Pagelle Sassuolo-Inter (3-1): Podolski impresentabile, Mancini sbaglia tutto

Handanovic: 5,5 – I primi 2 gol sono perle balistiche anche se nel secondo viene beffato sul suo palo. SORPRESO

Donkor: 5,5 – Alterna buone giocate in avanti ad amnesie difensive. Non aiutato da una difesa disastrosa. IMPAURITO

Ranocchia: 4 – Tanti disimpegni imprecisi mixati con tante uscite a vuoto. Dimostra tanta insicurezza. FRASTORNATO

Vidic: 4 – L’altro interprete della banda del buco. Lascia troppo spazio a Zaza sul primo gol e viene superato e lasciato sul posto dai giovani attaccanti del Sassuolo. CATASTROFICO

Dodò: 5 – Da terzino quando viene attaccato va sempre in difficoltà, in avanti spinge senza ordine e si mangia un gol che poteva riaprire prima la partita. INFILZATO

Medel: 5 – Corre a vuoto e non aiuta nemmeno in difesa. FLACCIDO

Guarin: 4,5 – Molta confusione ed imprecisione. Sbaglia una quantità industriale di palloni e quando va al tiro non trova mai la porta. SBALLATO

Kovacic: 4 – Gioca in punta di piedi non rischiando mai una giocata. I veri fuoriclasse, forse così etichettato troppo presto da molti tifosi, hanno un altra marcia di gioco. STERILE

Palacio: 4 – Fuori forma mai pericoloso, non incide in alcun modo sulla partita. Dai mondiali è tornato il “cugino” scarso. INVOLUTO

Shaqiri: 6 (meno peggio in campo) – Uno dei pochi a salvarsi. Gioca a corrente alternata ma è l’unico che almeno cerca la “giocata”, e mette pressione alla difesa nero verde. PREDICATORE NEL DESERTO

Podolski: 3 – Condizione fisica imbarazzante. Tenta uno scatto stile moviola, fuori dal gioco non crea nessun pericolo. Se all’Arsenal non giocava mai un perchè c’era. IMPRESENTABILE

Icardi: 6 – Ha almeno il merito di crederci fino alla fine realizzando un gol da vero rapinatore che ridà speranza ai suoi. OPPORTUNISTA

Brozovic: 6 – Sicuramente non la miglior partita per esordire. Si rende protagonista di un buon spunto servendo a Dodò una palla d’oro. ASSOLTO

Puskas: 6 – Va vicino al gol al suo esordio. Più pericoloso lui in 12 minuti da solo che Podolski e soci insieme in tutta la partita. VIVACE

Mancini: 4 – Regala il primo tempo agli avversari presentando una squadra senza idee, senza senso con cariatidi in campo ed il nostro capocannoniere in panchina. Non ha ancora trovato rimedio alle troppe amnesie difensive. Ridicolo il momento creatosi in occasione della sostituzione di Brazovic.  INDIFENDIBILE