Pagelle Juventus-Inter (1-1): Icardi egoista, Handanovic fondamentale

Handanovic: 7 (migliore in campo) – Nel primo tempo tiene in partita i suoi con 2 parate difficilissime ed anche nella ripresa si fa sempre trovare pronto. FONDAMENTALE

Campagnaro: 5,5 – Non spinge mai preoccupandosi solo di curare la fase difensiva e non sempre , specie nel primo tempo, gli riesce bene. TIMIDO

Ranocchia: 5 – Primo tempo completamente da dimenticare. Fuori posizione in occasione del gol di Tevez, balla continuamente come un birillo e commette errori banali quando deve impostare. Per sua fortuna la spinta della Juve nella ripresa cala. IMBAMBOLATO

Juan Jesus: 5 – Come il suo compagno di reparto soffre per tutto il primo tempo. Rischia espulsione e rigore per una gomitata a Chiellini. AVVENTATO

D’Ambrosio: 6,5 – Il migliore dei suoi in difesa specie nel primo tempo. Rischia poco in fase difensiva e si propone con continuità anche in avanti. PROPOSITIVO

Guarin: 6 – La sua solita partita fatta di tiri sballati e passaggi sbagliati. Ma con l’assist al bacio per Icardi si merita per questa volta la sufficienza. LAMPO

Medel: 5,5 – Se la difesa nei primi 45′ soffre così tanto è colpa anche sua che non protegge in modo adeguato la difesa facendosi travolgere dai centrocampisti juventini. SRADICATO

Kuzmanovic: 5 – Nel primo tempo non ci capisce niente e viene sovrastato dal centrocampo avversario e fatica ad impostare il ritmo dei suoi. CENTRIFUGATO

Hernanes: 5,5 – Posizionato largo sulla fascia prova a dare qualità alla squadra ma a volte si perde in giocate inutili e quando la palla passa dai suoi piedi rallenta spesso il gioco. IMPACCIATO

Kovacic: 5,5 – Male come gran parte della squadra nel primo tempo cresce nella ripresa entrando maggiormente nel vivo della partita. Per fermare un azione pericolosa, dopo la lite Icardi/Osvaldo, si sacrifica fermando fallosamente Lichsteiner con una brutta entrata. MARTIRE

Icardi: 6,5 – Quinto gol in quattro partite contro la Juventus. Alla prima occasione della partita fa centro dando fiducia ai suoi. Peccato per le 2 occasioni sprecate che potevano regalare perfino la vittoria. EGOISTA

Podolski: 6+ – Il suo ingresso è una scossa positiva per la squadra. Cambia spesso posizione non dando punti di riferimento alla retroguardia bianconera. BRILLANTE

Osvaldo: sv – Lo si nota per la sceneggiata ai danni di Icardi. Aveva ragione ma sono sbagliati i tempi ed i toni. I panni sporchi vanno lavati solo all’interno dello spogliatoio. NERVOSO

Mvila: sv

Mancini: 6 – I movimenti difensivi sono ancora da sistemare ma la squadra ha dimostrato carattere reagendo  dopo un primo tempo disastroso. La sua delusione per aver solo pareggiato è  sintomo di avere in panchina un vero condottiero. CAPARBIO