Pagelle Inter-Palermo (3-1): vittoria per sperare ancora nel sogno Champions

Carrizo: 6 – Non può nulla sul tiro ravvicinato di Vazquez, bravo nel finale sulla conclusione ravvicinata di Djurdjevic. VIGILE

D’Ambrosio: 5 – Perde un infinità di palloni risultando l’ anello debole della retroguardia. Mancini gli cambia fascia di competenza con scarsi risultati. BALBETTANTE

Murillo: 6 – Qualche intervento non preciso ma complessivamente chiude con relativa tranquillità le iniziative avversarie. DILIGENTE

Miranda: 6,5 – Blocca ogni iniziativa degli avanti rosa nero. INVALICABILE

Nagatomo: 6 – Meglio nella fase offensiva che in quella difensiva. Si fa sorprendere da Rispoli sull’avanzata che porta al gol del Palermo. Rimane comunque unico errore della serata. ATTONITO

Medel: 6,5 – Ringhia su ogni avversario dando copertura alla difesa. SOLIDO

Kondogbia: 6 – Le sue prestazioni appaiono in crescita anche se a volte perde ancora qualche pallone di troppo. LEZIOSO

Perisic: 7 – Corre senza sosta sulla fascia di competenza rendendosi più volte pericoloso. Chiude la partita con un bel gol di testa in tuffo. DIROMPENTE

Ljaijc: 7 – Sblocca la partita con una giocata da fuoriclasse puro. Sul finale del primo tempo per egoismo sbaglia due giocate che potevano chiudere anzi tempo il match. ILLUMINANTE

Palacio: 6,5 – Svaria per tutto il fronte di attacco creando spazi per i compagni di reparto. Solo un bel intervento di Sorrentino gli nega la gioia personale. GENEROSO

Icardi: 7,5 (migliore in campo) – Si muove bene per la squadra e l’assist per Perisic è il frutto del suo lavoro di questa sera. Il gol del 2 a 0 è da bomber di razza. FORMIDABILE

Brozovic: 6 – Entra per dare più equilibro alla squadra, sempre pericoloso sulle soluzioni a palla inattiva. BRIOSO

Biabany: sv

Felipe Melo: sv

Mancini: 6,5 – La squadra, sulla scia della prestazione in Coppa Italia, parte con il piglio giusto e trova per la prima volta in stagione due gol nella prima mezz’ora di gioco. Solo l’imprecisione in avanti e lo svarione difensivo a fine primo tempo rendono per qualche minuto in bilico un match dominato ampiamente. RINFRANCATO