Pagelle Inter-Lazio (1-2): Eliminazione amara dopo un tempo regalato

Handanovic: 6 – Non può nulla sui gol, si rende protagonista di un buon intervento su Felipe Anderson lanciato a rete. INCOLPEVOLE

D’Ambrosio: 5 – In occasione del primo gol lascia troppo spazio a Lucic che può comodamente crossare ed innescare il vantaggio laziale. PIGRO

Miranda: 4 – Una gara piena di errori che ha il suo epilogo dopo dieci minuti della ripresa quando stende Immobile in area causando rigore ed espulsione. DISASTROSO

Murillo: 6 – Dietro è quello che balla di meno anche se in alcune occasioni si fa trovare fuori posizione. Nel forcing finale sfiora il gol con un colpo di testa. SOFFERENTE

Ansaldi: 4 – Si addormenta sul taglio di Felipe Anderson che beffa Handanovic in occasione dello 0 a 1. Sempre in difficoltà quando viene puntato. TRAMORTITO

Kondogbia: 5,5 – Un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni. Gigioneggia in mezzo al campo ricadendo nel vizio di perdersi in tocchi inutili. LEZIOSO

Brozovic: 7 (migliore in campo) – S’inserisce in avanti e dialoga con in compagni. Accorcia le distanze con un colpo di testa maligno ed uno degli ultimi ad arrendersi. PROPOSITIVO

Candreva: 5 – Non sta attraversando il suo momento migliore, raramente si fa vedere e quando lo fa è quasi sempre impreciso. SPENTO

Banega: 4 – Passeggia per il campo portando troppo palla. LUMACA

Perisic: 6,5 – Prova a rendersi pericoloso in tutti i modi ma specie nel primo tempo in avanti predica nel deserto. Sua la sponda per il gol di Brozovic. ISOLATO

Palacio: 5 – Si muove molto ma a vuoto. In quarantacinque minuti guadagna solamente una punizione dal limite. INNOCUO

Icardi: 6 – Non trova il gol ma il suo ingresso da maggior peso all’attacco e mette scompiglio nella difesa laziale rendendosi pericoloso con un tuffo di testa e provocando l’espulsione di Radu. POSSENTE

Joao Mario: 5,5 – Il suo ingresso non da quella scossa che si aspettava il mister e non si registrano giocate pericolose. INCERTO

Medel: 6 – Entra e dona equilibrio alla difesa passata a 3 dopo espulsione di Miranda. SOLIDO

Pioli: 5 – Non viene premiato da alcune sue scelte iniziali ( Banega e Palacio) e viene tradito da giocatori capisaldi come Miranda. Così regala il primo tempo alla Lazio. La squadra almeno dimostra di essere viva e lotta fino alla fine. SACCENTE