Pagelle Inter-Juventus (1-2): Altra tacca di una stagione fallimentare.

Handanovic: 4 – Questa volta sul banco degli imputati ci finisce anche lui. L’errore sul gol di Morata è marchiano. SAPONETTA

D’Ambrosio: 5,5 – Tanto impegno, tanta corsa, tante sovrapposizioni  ma anche tanta imprecisione sui cross. IMPRECISO

Vidic: 4 – Superato nettamente in velocità da Matri in occasione del rigore viene graziato dall’arbitro. CINGOLATO

Ranocchia: 4,5 – Scherzato da Morata ad inizio secondo tempo: la giusta fotografia della sua prestazione di stasera e di gran parte di stagione. INADEGUATO

Juan Jesus: 4 – Solo Mancini non ha capito che il ruolo da terzino non gli si addice. Non spinge mai e si fa notare solo con dei falli. CONFUSO

Medel: 4 – Facilita il compito della Juve con il passaggio sbagliato a Vidic intercettato da Matri. Da quel momento la partita cambia. SCELLERATO

Kovacic: 5 – Qualche giocata geniale alternate a troppe pause durante le quali sparisce dal campo. ABULICO

Brozovic: 6,5 (migliore in campo) – Nel primo tempo è devastante, gioca a tutto campo, pressa, tira e riparte. Da un suo tiro nasce il gol del vantaggio e una chiamata discutibile del guardalinee gli nega la gioia personale. Nella ripresa cala ma da questa prestazione deve ripartire. DINAMICO

Shaqiri: 6 – Gioca tra le linee cercando di innescare le punte. Sfiora il gol colpendo l’incrocio dei pali e specie nel primo tempo si propone come punto di riferimento per i compagni. Sostituito (ingiustamente) da Mancini quando passa al 3-2-2. VIVACE

Icardi: 6,5 – Quando gioca con la Juve segna, questa volta da opportunista. Sul finale  solo una grande Storari gli impedisce la doppietta. Uno dei pochi dal quale ripartire. RAPACE

Palacio: 5,5 – Ha sui piedi due clamorose occasioni, una nel primo tempo per il possibile raddoppio e una nel finale per il pareggio e le sbaglia entrambe. SCIUPONE

Nagatomo: 5,5 – Si allarga a sinistra per dare fastidio alla retroguardia bianconera ma con scarsi risultati. ININFLUENTE

Podolski: sv

Gnounkuri: sv

Mancini: 4 – Quando la partita si complica non riesce a dare la giusta scossa alla squadra sbagliando e ritardando le sostituzioni. Ed un giorno dovrà spiegare anche l’utilizzo di Juan Jesus da terzino sinistro. DISASTROSO