Pagelle Inter-Bologna (2-1): vittoria con brivido

Handanovic: 6 – Incolpevole sul gol non deve compiere una singola parata. INOPEROSO

Nagatomo: 6,5 – Si propone in avanti sempre con i tempi giusti risultando una spina nel fianco per la difesa felsinea. E stasera si fa valere anche nella fase difensiva. VISPO

Miranda: 7 – Da vero leader della difesa non sbaglia un intervento. AUTORITARIO

Juan Jesus: 6,5 – Sotto la sapiente guida di Miranda se la cava con personalità concedendo le briciole agli avversari. APPRENDISTA

D’Ambrosio: 7 – Fa ricredere parte del pubblico pronto a fischiarlo alla prima esitazione con una buona prestazione fatta di assist per il gol, gol personale e salvataggio sulla linea. FONDAMENTALE

Brozovic: 6 – Corre e si sacrifica giocando da collante tra centrocampo ed attacco. Nella ripresa, causa stanchezza, è meno lucido e sbaglia qualche pallone di troppo. MARATONETA

Medel: 6,5 – La solita “garra” a centrocampo utile per rompere sul nascere le iniziative dei centrocampisti rosso blu. MASTINO

Eder: 5,5 – Dopo l’uscita di Icardi gioca principalmente da prima punta ma nonostante il tanto impegno non si rende mai pericoloso se non per un colpo di testa centrale. INOFFENSIVO

Ljajic: 5 – Mancini gli cambia posizione più volte ma questa sera va in campo la versione negativa del serbo. Non incide mai sul match e nella ripresa scompare dal campo. MOLLE

Icardi: sv – Si infortuna dopo cinque minuti. SFORTUNATO

Perisic: 7,5 (migliore in campo) – Oltre al gol ,che ha sbloccato una partita che si stava complicando, da sempre l’impressione di poter creare un potenziale pericolo. Uomo in più di stasera. SCATENATO

Kondogbia: 5 – Partita fatta di troppo alti e bassi ed il pallone perso in modo ingenuo che ridà speranze al Bologna incide negativamente sulla sua prestazione. SUPERFICIALE

Palacio: 6 – Bravo soprattutto con i suoi movimenti in fase di non possesso palla che aprono varchi ai compagni di squadra. Diffidato si fa ammonire a partita ormai finita. Con Icardi molto probabilmente ai box una assenza che si farà sentire nel match decisivo contro la Roma. INGENUO

Murillo: sv

Mancini: 6,5 – L’infortunio ad Icardi gli complica la vita costringendolo a ridisegnare in corsa la squadra che nonostante questo disputa una discreta partita rischiando solo nel finale dopo aver trovato un meritato doppio vantaggio. REATTIVO