Pagelle Cagliari-Inter 1-3 : altra doppietta decisiva di Icardi

Handanovic: 7 – Nel momento di maggiore sofferenza sfodera una super parata su Pavoletti che evita il vantaggio dei sardi. FONDAMENTALE

D’Ambrosio: 5,5 – Qualche imprecisione difensiva e poco propositivo in avanti. Non festeggia al meglio la centesima presenza in A con la maglia nerozzurra. INDECISO

Miranda: 6,5 – L’ammonizione ad inizio partita non lo condiziona e disputa una buona partita. Insuperabile sulle palle alte. STATUARIO

Skriniar: 5,5 – Soffre la strapotenza fisica di Pavoletti che lo mette più di una volta in difficoltà. DOMINATO

Santon: 5,5 – Da maggiore fisicità al reparto difensivo ma in avanti non lo si vede mai. Si limita al compitino difensivo con qualche sbavatura. BLOCCATO

Gagliardini: 6 – Utile come schermo davanti alla difesa, va in difficoltà quando deve impostare ma non è il suo mestiere. LEGNOSO

Vecino: 5,5 – Gioca a ritmo troppo basso e non incide mai. Deve abbandonare il match per un risentimento muscolare. PALLIDO

Borja Valero: 5,5 – Non riesce a trovare la posizione giusta in campo e soffre la vivacità dei centrocampisti avversari. LENTO

Candreva: 7 – Dai suoi piedi nascono i primi due gol. E’ un pericolo costante per la retroguardia sarda. PIMPANTE

Perisic: 6 – Lo si vede raramente ma quando lo fa è decisivo dato che mette lo zampino su 2 gol dei suoi. PUNTUALE

Icardi: 8 (migliore in campo) – Seconda doppietta per l’attaccante argentino, quindicesimo gol in quattordici partite. I numeri parlano per lui. Sempre di più uomo decisivo per la squadra. CECCHINO

Brozovic: 6,5 – Entra al posto di Vecino e dopo pochi minuti trova il gol del raddoppio. Questa volta non sbaglia l’impatto alla gara. CONCENTRATO

Cancelo: sv

Eder: sv

Spalletti: 7 – Nel momento di maggiore sofferenza cambia modulo e con umiltà decide di mettersi a specchio con il Cagliari passando alla difesa a 3 e dopo la burrasca alla prima occasione sblocca la partita da grande squadra. Il mister sembra aver dato ai giocatori la giusta mentalità. STRATEGA

Litografo/grafico, ama l’Inter dall’età di 6 anni. Non si perde una partita, tv o stadio, da quasi 20 anni. Tifoso interista al 101% anche se certe volte molto critico verso le scelte della società.

CONDIVIDI