Pagelle Bologna-Inter 1-1: Una brutta Inter si salva solo su rigore

Handanovic: 6 – Incolpevole sul gol subito va in difficoltà quando deve rinviare e cercare i compagni. FRETTOLOSO

D’Ambrosio: 4,5 – Quando viene puntato dagli esterni avversari sono dolori. Ed in proiezione offensiva non lo si vede mai. TRAVOLTO

Skriniar: 6 – Soffre la velocità di Di Francesco che lo punta più di una volta ma ha il merito di non affondare e tenere il confronto. SOLIDO

Miranda: 6 – Grazie alla sua esperienza prova dare ordine ad una difesa presa d’assalto dalle frecce rossoblù. GUARDIANO

Nagatomo: 5,5 – Dalla sua fascia il Bologna sfonda di meno ma quando lo fa pure lui va in affanno. TRAFELATO

Borja Valero: 5 – Soffre il pressing avversario e non trova mai il bandolo della manovra. La palla dai suoi piedi gira troppo lentamente. SOFFOCATO

Vecino: 5 – Sul gol subito si fa trovare fuori posizione dall’accelerazione di Verdi. Nullo in fase di impostazione. TRAMORTITO

Candreva: 4,5 – Non salta mai un uomo in velocità e sbaglia tutti i cross compresi i calci d’angolo. INUTILE

Joao Mario: 4 – Perde tutti i palloni che tocca. Inter con lui in campo gioca in dieci contro dodici. OSCENO

Perisic: 5 – Se non ci accende lui per Inter sono dolori. Senza le sue accelerazioni la squadra è piatta e non crea occasioni da gol. SPENTO

Icardi: 6 – Strappa la sufficienza grazie al rigore segnato. Per il resto si è rivista la versione di Crotone : zero movimenti e zero conclusioni in porta. APPANNATO

Eder: 6,5 (migliore dell’Inter)  – Il suo ingresso da maggiore vivacità alla manovra. Ha il merito di procurarsi il calcio di rigore. REATTIVO

Brozovic: sv

Gagliardini: sv

Spalletti: 5 – Primo tempo molto negativo dove Inter viene dominata dal Bologna . La squadra appare lenta e senza idee di gioco. Un po’ meglio nella ripresa ma la gestione delle sostituzioni e alcune scelte iniziali non convincono. SCONSOLATO

 

Litografo/grafico, ama l’Inter dall’età di 6 anni. Non si perde una partita, tv o stadio, da quasi 20 anni. Tifoso interista al 101% anche se certe volte molto critico verso le scelte della società.

CONDIVIDI