Oriali si candida: “Ci tornerei volentieri, ma Moratti deve restare”

Lo storico Triplete del 2010 ha rappresentato un momento di svolta per l’Inter ma anche per Lele Oriali. Il campione del mondo di Spagna ’82 ha lasciato i nerazzurri insieme a Mourinho dopo 17 stagioni da giocatore e 12 da dirigente: ora che una nuova era sta per iniziare con l’ingresso di Thohir ecco che Oriali lancia la sua candidatura: “L’Inter mi è rimasta dentro, ci tornerei volentieri. – le parole dell’ex dirigente al ‘Corriere dello Sport’ – Il sentimento verso i colori nerazzurri rimane forte perchè, dopo 30 anni, sento il club come una parte della mia famiglia”.

MORATTI – “Non conosco bene quelli che potrebbero diventare i nuovi proprietari ma conosco bene quanto il presidente ami l’Inter: non avrei pensato che potesse vendere e che ci potesse essere una svolta simile. Quello che faranno i nuovi proprietari andrà giudicatio nel tempo, di certo avere al fianco una persona come Moratti sarà importante: nel corso degli anni il presidente ha vinto tutto e sa come si guida un club meglio di chiunque altro. Se Moratti ha preso una simile decisione è solo per il bene dell’Inter”.

MAZZARRI – “Di lui all’Inter si era già parlato in passato perchè mi è sempre piaciuto il suo modo di lavorare. É bravo ad entrare nella testa dei giocatori, bisogna dargli il trempo di lavorare. L’Inter è la mina vagante del torneo, anche se non si può paragonare l’organico nerazzurro a quello della Juventus. Alle spalle dei bianconeri vedo Napoli e Fiorentina. E poi la Roma, che ha un allenatore bravo come Garcia”.

Fonte: calciomercato.it