Ore tormentate per Moratti: cedere l’Inter a Thohir porterebbe poco nelle sue tasche

Il patron dell’Inter vorrebbe porre fine al continuo esborso di denaro per la sua passione preferita, il club nerazzurro. Ma dalla cessione al magnate indonesiano arriverebbe poco.

Prosegue la telenovela Thohir. Il presidente dell’Inter, Massimo Moratti, non ha ancora preso una decisione e così le trattative col magnate indonesiano che vuole acquisire il club nerazzurro proseguono.

L’Inter, si sa, per Moratti è qualcosa di più di un semplice affare. E’ qualcosa di personale, che fa parte del suo dna, sua e della sua famiglia. E’ il primo tifoso nerazzurro e non solo perchè è il proprietario del club. E’, però, anche una continua fonte di spese e Moratti sembra averne avuto abbastanza di spendere e spandere per una sua passione. Ammonta a 304 milioni di euro il debito netto del club al 30 giugno 2012

In 18 anni di nerazzurro, Moratti ha investito nel club la bellezza di circa 1,2 miliardi di euro, per via della crisi economica che sta colpendo anche gli asset economici di Moratti, leggi Saras, il patron nerazzurro ha deciso di porre un freno alle uscite e sta appunto pensando non sia il caso di passare la mano.

Il dubbio per Moratti è però che, a quanto pare, dalla cessione del club a Thohir nelle sue tasche entreranno solo le briciole, visto che una quota consistente di quanto il magnate indonesiano pagherebbe a Moratti verrebbe utilizzato per il rientro dall’indebitamento. Insomma, ad attendere Moratti ci sarebbe un introito non nell’ordine delle centinaia bensì ‘solo’ delle decine di milioni. Basteranno a Moratti per disfarsi del suo giocattolo preferito?

Fonte: goal.com