Ora dobbiamo vendere: ma quanti rifiuti!

Roberto Mancini voleva 8-9 acquisti e i dirigenti nerazzurri, quando non siamo ancora arrivati alla fine di giugno, lo hanno già quasi accontentato. Il mercato in entrata dell’Inter è davvero scoppiettante, ma l’altra faccia della medaglia è che quello in uscita è completamente in stallo. Kuzmanovic e Santon hanno rifiutato il passaggio al Watford: l’Inter sperava di chiudere un doppio colpo in uscita che avrebbe portato nelle casse 12 milioni di euro.

I due non erano entusiasti dall’avventura londinese e hanno detto no. La trattativa con il club della Premier League è solo uno dei fronti che l’Inter, per il momento, non è riuscito a chiudere. È probabile che il ds Ausilio, impegnato a chiudere i colpi Kondogbia, Imbula e Montoya, nei prossimi giorni passi alla fase cessioni. Anche Andreolli alla Sampdoria sembrava un affare in dirittura d’arrivo, con l’Inter pronta a incassare circa 3 milioni di euro. Ma anche in questo caso il rifiuto del difensore nerazzurro sembra aver raffreddato la pista.

Serve il tesoretto, per finanziare almeno in parte il mercato in entrata. In attesa di passare all’incasso con il Sunderland per il riscatto obbligatorio di Alvarez, all’Inter sono arrivati i 3,5 milioni della busta del Torino per Benassi. Sono stati portati a scadenza i contratti di Felipe, Campagnaro e Jonathan. Con il Sassuolo va ridiscussa la questione Taider. La cessione di Ruben Botta al Pachuca (2,7 milioni) è vincolata al fatto che l’argentino continua a chiedere 3 milioni netti di ingaggio ai messicani.

Resta vivo il discorso con il Fenerbahce per Guarin: i turchi offrono 7, l’Inter vorrebbe arrivare a 10. Juan Jesus è un altro nome per il quale i nerazzurri vorrebbero monetizzare, ma il brasiliano ha detto no allo Spartak Mosca. Biraghi, di ritorno dal prestito al Chievo, interessa all’Augsburg. Le sirene dalla Premier League per Kovacic, Hernanes e Shaqiri (tutti entrati nel mirino del Liverpool) fanno pensare che almeno una cessione importante verrà fatta.

FONTESport Mediaset