Obi: “ringrazio i tifosi per il sostegno”

L’incolpevole Obi, protagonista involontario, chiede ugualmente scusa: «Grazie ai tifosi per il sostegno» aggiunge. Il giocatore nigeriano vuole comunque dimostrare il proprio affetto e il dispiacere per gli episodi di sabato. Pur avendo subito un’ammonizione ingiusta e una almeno dubbia – quella sul rigore – Obi vede i riflettori puntati su di lui e ringrazia i tifosi per il sostegno, dichiarandosi giustamente innocente. «Ho preso la palla. Non mi spiego perché la prima ammonizione. Poi il contatto spalla-spalla, quando l’arbitro Rocchi ha dato il rigore era fuori dall’area». Le immagini non hanno tardato a smentire in toto l’arbitraggio di Rocchi, preciso sul fuorigioco di Pazzini del goal annullato e da visita oculistica invece sugli episodi che hanno fatto svoltare a favore del Napoli una partita sin lì equilibrata. Ricordiamoci anche che nell’esecuzione del rigore, Campagnolo era già all’interno dell’area nel momento in cui Hamsik colpiva il pallone; il rigore era da ripetere. Rocchi ha già dei precedenti con l’Inter e tutti a sfavore di quest’ultima. Lo aveva criticato Mancini, e Mourinho a conclusione del derby di gennaio 2010, vinto due a zero ma caratterizzato dall’espulsione di Sneijder e Lucio, parlava di «uno strano odore, hanno fatto di tutto per farci perdere». Con Rocchi in campo l’Inter ha subito 7 espulsioni in 16 gare. Fa bene il presidente Moratti ha sperare di non rivederselo più davanti. Perché scarso.

ilD