Numeri horror: una sola vittoria nelle ultime nove gare post coppe

Si è arrivati fino alle semifinali di Coppa Italia e agli ottavi di Europa League, con la qualificazione, in entrambi i casi, da ribaltare. Se l’Inter, di fatto, ha ancora tre obiettivi stagionali (anche se recuperare il 3-0 contro il Tottenham appare quasi utopia), il triplo impegno ha affossato il club di Strama.

Ieri è arrivata la sconfitta per 1-0 contro il Bologna, con la Fiorentina, vincitrice all’Olimpico, subito abile a svalcare i nerazzurri in classifica. E’ la classica storia della squadra milanese, a terra dopo ogni turno infrasettimanale, chiamasi Coppa Italia o Europa Lague.

Statisticamente, infatti, la Beneamata ha vinto solo una delle ultime nove gare di Serie A giocate dopo una partita giocata in settimana nelle due competizioni sopracitate. Un macigno enorme per le ambizioni di Champions, sopratutto vista la bagarre per secondo e terzo posto.

Andrea Stramaccioni, al termine di ogni sfida pareggiata o persa in campionato in queste otto occasioni, ha dato alla colpa alla stanchezza e agli infortuni: troppe tegole nel corso della stagione, troppi infortuni che hanno compromesso il percorso interista.

C’è poi da considerare una formazione praticamente sempre uguale, sopratutto per il fattore infermeria, ma anche con buona parte della rosa a disposizione l’ex mister della primavera ha mandato in campo sempre gli stessi giocatori.

Ovviamente è anche il mercato a pesare, con un Rocchi fuori forma arrivato a gennaio al posto di un fresco Livaja ceduto all’Atalanta in cambio di Schelotto, cercato per settimane ed ora, oltre al goal nel derby, ampiamente deludente.