Nostalgia Kovacic: “Dura lasciare l’Inter. Sicuro…”

“Il Real Madrid è una delle poche squadre al mondo cui non si può dire di no. Alla fine è stata trovata una soluzione che ha reso felici tutte le parti. Ogni giocatore sogna di giocare nel Real. A me è successo a 21 anni, mi ritengo molto fortunato”. Lo svela Mateo Kovacic, intercettato dalla Gazzetta dello Sport dopo il ko della sua Croazia a Oslo (l’ex numero 10 nerazzurro non ha giocato per squalifica). “Se ho convinto il Real a prendermi per l’ottima amichevole in Cina? Non credo che un club del genere si basi su una singola prestazione, ma forse un po’ è servita anche quella… So che sarà dura conquistare una maglia da titolare, ma sono sicuro che ce la farò”.

Mateo Kovačić

Il giovane slavo, però, è anche un po’ malinconico per l’addio all’Inter: “Lasciare Milano mi è spiaciuto a prescindere. E’ successo tutto così in fretta. Anche se per mettere insieme tanti buoni giocatori serve tempo, sono certo che l’Inter farà un grande campionato – dice Kovacic -. Spero di ritrovare l’Inter in Champions tra dodici mesi. A inizio stagione tutti sono ottimisti e la partenza dei miei ex compagni giustifica l’entusiasmo dei tifosi nerazzurri. La concorrenza è tanta e la strada molto lunga, ma spero con tutte le mie forze che l’Inter ce la faccia. Avrei tanto voluto giocare il derby, ma sono sicuro che lo vincerà l’Inter. Jovetic? Il suo avvio di stagione non mi ha sorpreso: sapevo che è un grande giocatore che può fare la differenza in qualsiasi momento”.