Niente sconto a Icardi. Confermati due turni Perisic, pena dimezzata

La Corte sportiva d’Appello ha respinto il ricorso dell’Inter contro le due giornate di squalifica inflitte dal giudice sportivo a Icardi per gli insulti a Rizzoli e la pallonata diretta all’arbitro al termine della gara contro la Juve. Parzialmente accolto invece il ricorso per Perisic, la cui squalifica è stata dimezzata. Il croato dunque dovrà saltare soltanto la partita contro l’Empoli e sarà disponibile già contro il Bologna.

Ricorso agro-dolce per l’Inter: mezzo sorriso per Perisic, ma niente da fare per Icardi. Il verdetto è arrivato poco dopo le 17, quando la Federcalcio ha ufficializzato la sentenza della prima sezione della Corte sportiva d’appello. Squalificato per due turni, l’attaccante argentino non ha ottenuto alcuno sconto e dovrà restare fuori sia contro l’Empoli, sia contro il Bologna. Il suo gesto contro Rizzoli è stato giudicato volontario e le ingiurie nei confronti del direttore di gara contenute nel referto hanno reso impossibile qualsiasi ripensamento sulla decisione del giudice sportivo.

Discorso diverso invece per il croato, che, dopo l’espulsione per proteste contro la Juve, si è visto ridurre lo stop da due a un turno. Le sue parole contro l’arbitro non sono state considerate “ingiuriose” come per il compagno di squadra, ma solo “espressioni irriguardose” nei confronti di Rizzoli.

FONTEsportmediaset.mediaset.it