Nell’Inter di Thohir: Zanetti pronto a ricoprire il ruolo di Branca

Javier Zanetti è pronto a ricoprire il ruolo di direttore dell’area tecnica nella nuova Inter di Thohir. A giugno o nel 2015? Gli mancano 43 presenze per raggiungere Paolo Maldini.

Javier Zanetti come Maldini, meglio di Maldini. Se il capitano dell’Inter continua a rincorrere il record di presenze in Serie A dell’ex milanista (647 contro le 604 di ‘Pupi’), ecco che l’argentino potrebbe riuscire in quello che all’ex terzino rossonero non era riuscito a farsi concedere dopo il suo ritiro. Un ruolo chiave nella dirigenza del club.

Il progetto del nuovo presidente Erick Thohir, è chiaro. Vuole Zanetti con se per dare lustro all’Inter a livello mondiale e per continuare quel rapporto d’amore che lega il ‘4’ nerazzurro e la società dal lontano 1995. Per lui è già pronta la poltrona da vicepresidente (attualmente appena ricoperta da Angelomario Moratti) oppure, molto più probabile, il ruolo ben più operativo di direttore dell’area tecnica, alla Branca.

Ma quando? Ecco il dilemma. Zanetti, in scadenza nel 2014 dovrà decidere se continuare a giocare o smettere già a fine campionato. Nel caso continuasse ancora per un anno, il tutto slitterebbe all’estate 2015. ‘Promozione’ in vista per il team Manager Ivan Cordoba. Anche lui uomo simbolo della società, il colombiano è apprezzatissmo nell’ambiete e il fatto che sia da poco stato ammesso al corso da direttore tecnico di Coverciano, è un segnale.

Intanto il segnale, i tifosi nerazzurri lo aspettano per il mercato di gennaio. Difficile arrivi il botto subito. Più probabile che uno come Dzeko o chi per lui, possa vercare i cancelli di Appiano Gentile solo a giugno, quando anche il destino di Diego Milito, in scadenza, sarà più chiaro. Di sicuro nell’imminente sessione arriverà un esterno. I nome sono sempre tre: Vrsaljiko del GenoaMarquinho della Roma e Insua dell’Atletico Madrid, in forte rimonta.

Fonte: gola.com