Una Nazionale che non ci rappresenta

Cosa doveva spingerci a vedere la Nazionale ieri sera? In quella Nazionale c’era qualcosa, qualche minima cosa che avesse rappresentato i nostri colori? Purtroppo no. Per l’ennesima volta, l’Inter non aveva un solo rappresentante nella Nazionale Italiana, eppure in squadra ci sono due italiani titolarissimi: Ranocchia e Cassano. Illudiamoci pure che se non fosse stato infortunato, il nostro numero 23 sarebbe stato convocato, ma Cassano? No, perché da agosto sto provando a spiegarmi perché sia stato depennato dalla lista della Nazionale. Prandelli parla di età avanzata? Nella penultima partita, l’età media tra le file azzurre era di trent’anni. Qualche cassanata? Se così fosse stato, avrei giustificato una, due, ma non così tante esclusioni (vedi De Rossi). Che siano i colori nerazzurri? È l’unica spiegazione plausibile, visto che proprio da quando ė arrivato all’Inter, Cassano non ha più giocato per Prandelli. Una scelta quantomai triste, perché sembra quasi una condanna. Gli stessi calciatori che giocavano con l’Inter, appena hanno cambiato squadra (come per magia) sono stati convocati (Pazzini, Santon…). Casualità? Illudiamoci anche stavolta.
Per fortuna questa partita non ha sospeso quelle di Campionato, se no, come le altre volte, oltre il danno anche la beffa!