C’è un retroscena che oggi la Gazzetta dello Sport svela in merito all’immediato post-partita di mercoledì all’Olimpico, all’interno dello spogliatoio nerazzurro dopo il 4-2 alla Juve in finale di coppa. Steven Zhang con la Coppa in braccio e davanti ai giocatori ha preso il telefono in mano e avviato una videochiamata con la Cina: “Il destinatario della telefonata era il padre, Zhang Jindong, il proprietario dell’Inter. E qui i ruoli si sono mescolati: era la chiacchierata di un figlio che condivideva con il padre un grande successo lavorativo, ma pure il responsabile di un’azienda a confronto con il numero uno assoluto. Emozione e condivisione, ai limiti della commozione. Una gioia sfrenata, ammirata da chi – tutti, in pratica – ormai da un’ora e mezza abbondante era stato totalmente travolto da coriandoli, baci, abbracci e champagne”.

L’obiettivo resta continuare a credere allo scudetto attuale, ma intanto Suning rilancia il suo impegno e metterà a disposizione di Inzaghi una squadra ancora competitiva. In parole povere: occorrono due centrocampisti (tra i quali un vice-Brozovic) e una punta per dare respiro a Dzeko. “E poi c’è Dybala, che quasi prescinde da logiche tecniche ma è un’opportunità che l’Inter vuole perseguire fino in fondo – assicura la rosea -. Siamo dentro un mercato in cui il club avrà necessità di ricavare circa 60 milioni dalle cessioni. Il piano è quello di non privarsi di Lautaro, di fare il più possibile operazioni secondarie. I dialoghi sono avanzati, è stato già raccontato. Ci sono stati molteplici contatti tra le parti: le smentite sono obbligate, ma prima del famoso Bologna-Inter c’è stato un contatto quasi decisivo, in cui Dybala e l’Inter si sono stretti la mano dichiarandosi amore…futuro”. Insieme all’argentino, a Milano potrebbe arrivare Zapata dall’Atalanta, trattato già la scorsa estate dopo l’addio di Lukaku. In mezzo, invece, occhi su Asllani dell’Empoli: “In rosa prenderebbe tecnicamente il posto di Vecino: stipendio minore, resa maggiore, questa è l’idea del club – si legge -. Stesso ragionamento intorno a Vidal”.

FONTEfcinternews.it