Il Napoli stende l’Inter 3 a 1

Che non sarebbe stata una passeggiata era facilmente preventivabile. L’Inter si presenta al San Paolo con l’infermeria piena e senza attaccanti. Stramaccioni deve fare la conta e prova Alvarez come unico terminale offensivo supportato da Guarin. Scelta che nonostante tutto non si dimostra infelice; incassato il primo gol dopo solo 2 minuti, i nerazzurri accennano la reazione e le giocate pericolose arrivano proprio dagli spunti di Guarin apparso in netto miglioramento rispetto alle ultime uscite. L’Inter ci prova, pareggia ma chiude la prima frazione di gioco sotto di un gol.

Nella ripresa con l’inserimento di Cambiasso Stramaccioni prova a dare la giusta spinta a centrocampo. Spinta che arriva ma che non si concretizza, lasciando il pallino del gioco nei piedi dei patenopei che trovano Cavani in serata di grazia.

Una sconfitta probabilmente preventivata, ma la prestazione dell’Inter rimane comunque non del tutto negativa. Con la formazione ridotta all’osso non si poteva pretendere di più anche se adesso la classifica inizia a prendere un aspetto decisamente inquietante.

Fonte: Fcinter1908.it