Napoli-Inter 0-2: Jovetić e Ljajić ci portano in semifinale!

E chi l’avrebbe mai detto? Siamo in semifinale di finale di Coppa Italia, a coronamento di una prestazione stupenda, impeccabile e cinica. Pur senza partire con i favori del pronostico, riusciamo a sbancare un campo in cui non vincevamo da quasi vent’anni, e lo facciamo alla grandissima, capitalizzando al massimo due occasioni da gol.

Il primo tempo si conclude sullo zero a zero. La partita è molto equilibrata e l’Inter la gestisce bene, riuscendo ad arginare il pressing forsennato degli azzurri, che dal canto loro riescono, in un paio di occasioni, a tirare e costringere all’intervento Samir. Sono infatti partenopei gli unici tiri in porta della prima frazione, che si conclude senza recupero. Di positivo c’è la tenuta della squadra, che ha saputo reggere il pressing ben organizzato del Napoli, ma come contraltare c’è la pochissima incisività in attacco, che pur non dando punti di riferimento, non riesce a impensierire Reina.

Il secondo tempo recita quasi lo stesso copione del primo, con il Napoli che attacca e con l’Inter che contiene, provando però ad affacciarsi nella metà avversaria, e poco dopo la mezz’ora l’audacia dei nostri viene premiata. Stevan Jovetić riconquista un ottimo pallone dopo la metà campo, in seguito ad un errore del Napoli, si avvicina alla porta di Reina e calcia, con un bellissimo destro che lascia di sasso il portiere spagnolo e mette l’Inter in condizioni di amministrare e tentare di colpire in contropiede. Ed è ciò accade puntualmente nel recupero, quando su un rinvio dello stesso Jo-Jo, Adem Ljajić si ritrova a campo aperto e fredda il portiere napoletano per la seconda volta. A questo punto il match non ha più nulla da dire, e tre minuti dopo la rete del nostro numero ventidue, c’è il triplice fischio dell’arbitro che sancisce il passaggio dell’Inter alle semifinali, dove incontrerà a vincente di Lazio-Juventus. Il resto è storia.

AMALA