Non solo le entrate: in casa Inter si ragiona ad ampio raggio anche sulle uscite, con il chiaro obiettivo di sfoltire la rosa e di alleggerire sensibilmente il monte ingaggi.
Nei prossimi giorni il club nerazzurro annuncerà ufficialmente la risoluzione del contratto di Radja Nainggolan, destinato a sposare per l’ennesima volta in carriera il Cagliari. L’epilogo sarà quindi identico a quello di Joao Mario, accasatosi al Benfica dopo l’addio all’Inter con la stessa formula: l’Inter registrerà quindi un minusvalenza a bilancio, ma allo stesso tempo avrà anche un risparmio per quel che riguarda l’ingaggio (pari a 8,5 milioni di euro lordi). A differenza del portoghese, però, il Ninja riceverà una buonuscita o incentivo all’esodo, ma il club riuscirà comunque ad abbassare il monte stipendi della stagione 2021-22.

Quella di Nainggolan verso la Sardegna non sarà l’unico addio delle prossime settimane. In seguito Marotta e Ausilio continueranno a sfoltire la rosa puntando a trovare una destinazione ai vari Lazaro, Pinamonti e Vidal, (anche al cileno potrebbe essere proposta una buonuscita per la risoluzione).

FONTE90min.com