Muro De Boer: “Brozovic non convocato per Inter-Bologna”

Le 3 vittorie di fila hanno lanciato l’Inter a ridosso della vetta, sovvertendo scenari che sembravano drammatici. Per la squadra di Frank De Boer, ora, ostacolo Bologna.

L’olandese, in conferenza stampa, ha parlato dei progressi di Gabigol: “Deve integrarsi nella nostra filosofia di gioco, ma è a buon punto ed è vicino al debutto con la squadra. Ha molta qualità, non solo dribbling e senso del goal ma anche disponibilità. Ha visione e ciò è molto importante, quando dribbla tiene la testa alta per fornire assist. E’ fantastico, non è da tutti”.

Al gruppo è stato concesso un giorno libero: “Alcuni giocatori avevano bisogno di recuperare e alcuni non aveva staccato mai nelle ultime tre settimane. C’era bisogno di un giorno per recuperare, anche a livello mentale”.

Inter-Bologna, le probabili formazioniE’ Icardi-dipendenza

La mano del tecnico inizia a vedersi: “Non basta questo periodo di lavoro per raggiungere il massimo livello, ci vuole ancora del tempo. Penso comunque che i giocatori ora stanno capendo molto di più, era normale avere qualche difficoltà all’inizio. C’era un obiettivo, ma serve e tempo e lavoro per raggiungere il livello che noi vogliamo”.

Sulla mediana: “I centrocampisti sono il cuore della squadra e molto importanti, a volte variamo piccoli dettagli però in grado di aiutare gli attaccanti. La mia idea è sempre quella di controllare la partita, dal primo all’ultimo minuto”.

Gente come Kondogbia, Ranocchia e Jovetic sta trovando poco spazio: “Parlo molto con i giocatori, abbiamo 25 elementi con qualità, questo è un mio problema perchè è il mio lavoro ma non è facile. Devono accettare le situazioni”.

“Stevan – specifica De Boer – sta lavorando molto duro per dimostrare che quando ce ne sarà bisogno sarà pronto. Per me può giocare dietro una punta”.

FONTEgoal.com