Mourinho: “Non allenero’ l’Inter. Ma domani che emozione, noi interisti per…”

Domani sera sarà in tribuna per assistere alla gara tra Inter e Sampdoria. José Mourinho si appresta a riabbracciare i suoi ex tifosi e ai microfoni de “La Stampa”, il tecnico portoghese parla di questo e tanto altro:

«Starò un giorno a Milano di questo sono grato al mio presidente Massimo Moratti, che ringrazierò personalmente. Ho lasciato l’Inter nel 2010 e da allora ho lavorato duramente al Real Madrid come al Chelsea, per questo è sempre stato difficile trovare un momento per poter pranzare con la famiglia Moratti. Abbiamo concordato di vederci un paio di settimane fa.  Dopo essere stati insieme a pranzo andremo a San Siro portando con noi lo spirito interista, con la speranza e la felicità di vedere vincere l’Inter. Per me sarà una grande emozione, San Siro, gli interisti. Ma una cosa la voglio chiarire, io non sarò allenatore la prossima stagione. L’Inter ha un progetto che è di Erick Thohir e di Roberto Mancini. Idee che appoggio in pieno e il mio desiderio è che il programma del presidente e del tecnico si concluda con un grande successo. Voglio vedere sorridere di nuovo gli interisti e spero che domani tutti possano sorridere di nuovo per la vittoria della squadra”.

Il futuro? Mourinho risponde così: «Il mio prossimo club? Davvero non lo so, però di una cosa sono certo: amo il calcio e tornerò sui campi con la stessa passione e ambizione di sempre. In questo momento rispetto per ogni allenatore e per ogni club. Io non sono alla ricerca di un club, sono i club che mi cercano».

FONTEfcinter1908.it