Mourinho: “Inter, mi sei rimasta dentro”

Un tuffo nel passato, all’Inter, l’ennesimo per José Mourinho che si è raccontato ai microfoni ufficiali della UEFA oggi. Il tecnico del Chelsea è tornato a parlare ovviamente della stagione di grazia 2009/2010, culminata col famoso “Triplete” nerazzurro. Tra le altre cose il portoghese ha parlato però anche del sui primo trionfo in Champions, nel 2004, alla guida del Porto. Un tuffo nostalgico, dicevamo, per Mourinho, che punta ad ottenere adesso la terza vittoria con la terza squadra diversa proprio alla guida della squadra londinese, come da lui stesso ammesso apertamente: «Io punto a vincere, non mi interessa dei record. Se qualcuno prima di me vince tre o quattro coppe non mi interessa niente, a me interessa soltanto vincere». Al momento la strada col Chelsea è un po’ in salita.

«LA MIA INTER» – «I tifosi dell’Inter sono speciali e Massimo Moratti pure. Eravamo una famiglia. La finale col Bayern Monaco fu la partita della vita per molti giocatori, l’ultima occasione di vincere la Champions League – le parole di Mourinho – . Non eravamo in undici a giocare quella gara, ma in migliaia e migliaia: fu tutto perfetto. Per me quello fu il modo migliore per lasciare la squadra, ma l’Inter la amo ancora tantissimo». Parole nostalgiche…