Moratti: “Thoir deve avvalersi solo di persone fidate”. E punge la Curva..

Massimo Moratti, senza le pressioni da presidente, prova ad analizzare a fondo e con maggiore lucidità il difficile momento vissuto dall’Inter. La vittoria col Sassuolo sembra un semplice ‘espediente’ per alleviare una crisi che oltre i risultati sta colpendo anche il gioco, un ‘tunnel’ su cui l’ex patron ha le idee chiare.

E che lo porta a dispensare consigli al nuovo proprietario dell’Inter, Erick Thohir, subito travolto dalle aspettative della piazza: “Gli consiglio di essere più presente o di avere persone di cui si fida al cento per cento perché queste possano essere di aiuto alla squadra”.

Capitolo Mazzarri, al quale Moratti non sembra imputare colpe bensì le ricerca in altre componenti: “Magari si aspettava di più da giocatori e società… “. Uno di questi potrebbe essere Icardi, su cui però l’ex numero uno di Corso Vittorio Emanuele continua a voler scommettere: “Al di là delle situazioni personali è un calciatore forte e lo dimostrerà”.

Parole dure nei confronti della Curva, in contestazione aperta contro il club: “Ci sono sempre state delle cose che hanno apprezzato poco. Non mi ha sorpreso, anche durante Calciopoli non si schierarono con me. Li rispetto, non mi aspettavo più riconoscenza, la tifoseria è quella”, ha spiegato Moratti.

Che poi ha parlato del divorzio tra l’Inter e Branca: “Non dipende da me, ma c’è certamente dispiacere perché ha lavorato per 10 anni con me e ne condivido tutte le responsabilità. Non era del tutto inaspettato, comunque io credo che siano nuove esperienze che la nuova proprietà fa, e credo che siano utili per toccare la sensibilità dei tifosi”.

A proposito di tifosi, Moratti ha escluso la presenza della cosìddetta ‘clausola tifosi’: “Non esiste, ma in ogni contratto ci sono delle clausole per cui se certe cose non vengono fatte avro’ la possibilita’ e il dovere di riprendere la societa’. In ogni caso, per come sento Thohir, non credo proprio che questo accadra”’.

Moratti dice infine la sua sulla prestazione offerta dai nerazzurri contro il Sassuolo: “Dal punto di vista del gioco ho visto delle cose positive. Hernanes? E’ un ragazzo perbene capace di muoversi nel modo giusto in campo”.

Fonte: goal.com