Moratti-Thohir oggi le firme e il comunicato congiunto

Ci siamo. Si, questa volta ci siamo davvero. Oggi, al più tardi domani, in virtù dei tre fusi orari (Indonesia, Italia, Usa) arriveranno le firme per il passaggio del 70% dell’Inter alla cordata internazionale comandata da Erick Thohir e spalleggiata dai suoi fidi Soetedejo e Roeslani. Pronto anche l’annuncio ufficiale congiunto che verrà diramato appena dopo le firme.

Due i contratti che verranno autografati. Il primo che stabilisce, costi, tempi e termini dell’operazione meramente finanziaria. Il secondo fissa invece le linee programmatiche della società, per intenderci quelle sportive e quelle sociali con il progetto Inter Campus (fiore all’occhiello della famiglia Moratti) che dovrà andare avanti senza intoppi.

Tutto definito insomma, o quasi. Resta un ultimisso punto sui cui mettersi d’accordo. Il futuro cda (da cui dipenderanno le decisioni vitali della nuova Inter) sarà composto da 7 membri. Per rispecchiare la ripartizione delle quote due dovrebbero essere i Moratti e cinque i ‘nuovi capi’, ma ora come ora siamo fermi a tre italiani e quattro stranieri. Thohir, almeno per ora potrebbe anche lasciare così le cose.

Il progetto ormai è chiaro. Piena collaborazione e consulenza con Massimo e Angelomario, poi fra due-tre anni chissà. Una volta arrivate firme e comunicato (già pronto, attende solo di essere inviato ad una corposissima mailing list) passeranno almeno due settimane per il reale passaggio delle quote. La prima deadline potrebbe essere mercoledì 29 ottobre. Atalanta-Inter, turno infrasettimanale. Di notte, come di notte nacque l’Inter nel lontano marzo 1908 in quel famoso ristorante ‘L’Orologio’.

Fonte: goal.com