Moratti: “Provai a prendere Messi. Cessione Ronaldo? Non era più integro”

Massimo Moratti si confessa a Mondo Inter, il nuovo talk show di Inter Channel del giovedì sera: “‘Inter ha una sua storia e deve continuare ad averla con chiunque vuole farla continuare. – sono le parole riprese da fcinternews – Dopo il Triplete è stato un anno buono, nonostante avessimo cambiato allenatore e quindi si era creato un clima strano. Sia Benitez che ha vinto due trofei sia Leonardo hanno fatto bene. Poi ci sono state delle scelte sbagliate ed è stato giusto guardarsi in giro. C’era questa opportunità con i cinesi, interessante perché volevano costruire lo stadio. Ma si è creato un problema a casa loro e l’accordo è saltato. Alla fine si sono fatti vivi questi signori, molto entusiasti e con un mercato notevole. La cosa è iniziata così e poi è andata avanti. Essendo abituato ad avere un ruolo di responsabilità è difficile ora avere altri ruoli. Loro continuano a chiedermi di restare come presidente, allora vedremo con loro”

Un aneddoto ha riscaldato l’intervista: “Quando ho visto Messi la prima volta, era ancora un ragazzino, dissi che era fortissimo e lui ancora se lo ricorda, tanto che ogni tanto mi manda la sua maglia firmata. Ma un’operazione come quella con Ronaldo non si poteva fare. Abbiamo tentato con Messi, ma è sinceramente legato al Barcellona che lo aveva aiutato quando non era stato tanto bene”.

Poi su Ronaldo: “Quando lo prendemmo incredibilmente non c’era concorrenza, la cifra sembrava molto alta, lui era un giocatore straordinario. Lo abbiamo rivenduto al doppio della cifra quando non era più integro. E’ stata una delle migliori cose che abbiamo fatto, un’ottima operazione a livello societario”.

Fonte: calciomercato.com