Moratti non punge e Stramaccioni freme

Il mercato dell’Inter proprio non decolla. Gli acquisti e le cessioni sono praticamente fermi.

Sul taccuino di Branca sono segnati con il rosso diversi nomi. Si tratta di Handanovic, Debuchy (c’è anche la Roma) e Mudingay. Prosegue il pressing su Destro (ma c’è da vedersela con Roma e Juventus). Qualche abboccamento per Silvestre. Niente di più, niente di meno. Un po’ poco per una stagione che vedrà in campo l’Inter già il 2 agosto per i preliminari di Europa League.

Moratti giù di corda. Il presidente, intercettato davanti agli uffici della Saras, appare giù di corda e conferma che non ci sono novità in entrata. La priorità sono le cessioni: “Non c’è proprio niente di mercato, non c’è nulla da dire. Prima le cessioni? Certamente”. Il fatto è che non si riesce a piazzare da nessuna parte i vari Maicon, Julio Cesar, Forlan e Piazzini. Non hanno richieste (salvo Maicon), il valore dei loro cartellini è crollato e sono caricati da ingaggi esorbitanti. Potrebbe fare eccezione Lucio. A giorni il difensore brasiliano dovrebbe raggiungere la sua nuova squadra, il Fenerbahce. Incerto il destino di Ranocchia, che chiede garanzie. L’Inter si tutela proseguendo con il Palermo i sondaggi per Silvestre. Una situazione di pericoloso stallo di cui Moratti è perfettamente consapevole.

Stramaccioni in fibrillazione? Il fatto è che al momento Stramaccioni, che avrebbe voluto iniziare il lavoro con una squadra molto cambiata, ha a disposizione un solo nuovo giocatore (Palacio del Genoa). Il tecnico nerazzurro rischia di partire per Pinzolo, salvo fatti nuovi, con la rosa (sfiduciata?) della passata stagione.

Lucio verso la Turchia? Moratti vuole chiudere al più presto la cessione di Lucio. L’agente del 34enne difensore brasiliano, Sandro Becker, incontrerà proprio oggi a Istanbul  i dirigenti del Fenerbahce. Il club turco offre un biennale da 3 milioni a stagione, più un terzo anno legato alle presenze nel secondo. Ieri  Becker ha bussato a soldi con Moratti per una buonuscita. Ma i nerazzurri non porteranno a casa nulla per il cartellino. Soldi per il giocatore non ce ne sono. Almeno così sembra

In arrivo Silvestre? Il centrale argentino del Palermo Matias Silvestre vuole tentare il grande salto. Ha molte richieste. “Considerando che siamo entrati nell’ottica di darlo via, aspettiamo l’evoluzione delle possibili trattative con Inter e Milan”. A dirlo è il vice-presidente del Palermo Guglielmo Micciché, intervenuto ai microfoni di Radio Gol. L’operazione però è congelata. Zamparini, che una settimana fa aveva parlato di “trattativa chiusa al 99%”, ora ammette che “è tutto fermo”.

Quale futuro per Ranocchia? L’arrivo di Silvestre tiene in apprensione Ranocchia. Il centrale umbro ha bisogno di garanzie. Nessuno può pretendere una maglia da titolare, ma il giovane difensore si rende conto che un investimento da 8 milioni su un giocatore 27enne lo relegherebbe in panchina. Le offerte per lui non mancano. La Juve ha messo sul piatto 12 milioni, ma con i bianconeri non si tratta. Per quella cifra non si parla nemmeno con altri. Dopo aver versato 18,5 milioni al Genoa (6 per la metà nel luglio 2010 + 12,5 con tanto di cartellino di Mattia Destro nel gennaio 2011), l’Inter ora ne chiede minimo 18.Una cifra cui potrebbero forse avvicinarsi soltanto Manchester City e, soprattutto, Psg. A Leonardo il ragazzo umbro piace. Il suo arrivo è legato però a un’eventuale fumata nera sul fronte Thiago Silva, che sembrerebbe riaperto. Senza escludere l’idea prestito (sarebbe in corsa anche il Torino).

Fonte: calciopress.net