Moratti molla la presidenza, c’è un lato positivo: “Ora potrò parlare di arbitri…”

Moratti commenta con una battuta il suo addio alla presidenza dell’Inter, lasciata a Thohir. Intanto salgono le azioni di Piero Ausilio, che potrebbe fare le scarpe a Branca…

Era sicuramente commosso Massimo Moratti quando ieri l’assemblea dei soci dell’Inter ha sancito il suo addio alla presidenza del club nerazzurro dopo 18 anni, contestualmente alla ratifica del passaggio di mano del pacchetto di maggioranza ad Erick Thohir.

E’ giusto che chi ha il rischio dell’operazione sia anche presidente della società“, ha spiegato il petroliere che poi in coda di conferenza stampa ha piazzato una battuta che spiega come Calciopoli e dintorni sia ancora una ferita aperta: “Le partite? Non penso che cambierà molto… ma magari sarò più libero nelle mie espressioni. Anche nei confronti degli arbitri…“.

Intanto se Marco Branca sembra essere il ‘vaso di coccio’ destinato a fare una brutta fine nel nuovo organigramma che metterà in piedi Thohir, salgono sempre più le azioni dell’attuale Ds Piero Ausilio che potrebbe vedere i suoi poteri ampliati qualora i nerazzurri non riescano ad arrivare ad obiettivi di peso comeSabatini e Berta.

E a testimonianza della sua piena operatività anche in ottica futura, Auslio giovedì sera ha assistito alla partita dell’Italia Under 21 contro l’Irlanda del Nord, dando un occhio non solo ai numerosi giovani di proprietà dell’Inter (BardiBianchetti e Biraghi), ma anche ai promettentissimi Baselli e Belotti, che sono finiti nel mirino del club nerazzurro.

Fonte: goal.com