Moratti a Mazzarri: “Avanti con la crescita o sono guai”

Massimo Moratti
Massimo Moratti

Moratti avverte Mazzarri all’indomani del pareggio contro il Napoli: “La squadra è andata molto meglio rispetto alle due uscite precedenti, mostrando orgoglio e determinazione. Il tecnico? Vediamo. Ieri ho visto una buona reazione ma il calcio è crudele e pragmatico e dipende dai risultati e dai miglioramenti. La prossima gara è quella che conta. Se ci fosse una decrescita sarebbero guai. Se io lo avrei esonerato? Sono un pessimo esempio”.

“Io sono un pessimo esempio, ho mandato via un allenatore che aveva vinto il campionato due giorni prima”. Un giudizio sul lavoro di Thohir: “E’ un grande tifoso dell’Inter e soffre come tutti i tifosi. E’ una persona molto seria che ha lavorato con molta attenzione e ogni volta fa tesoro dell’esperienza acquisita. Non c’è assolutamente da lamentarsi di lui. Bisogna avere fiducia, magari ci vorrà del tempo per ottenere dei risultati, ma alcuni buoni già ci sono”.
Domanda sull’esperienza di Stramaccioni a Udine: “Sono contento per lui, come di tutti gli altri allenatori che passano da noi e hanno successo. Stramaccioni nasce dall’Inter e sono felice”. E sul settore giovanile: “Tutti gli anni abbiamo sempre investito molto e con gente professionale a dirigerlo, i risultati prima o poi arrivano. Erano arrivati prima e sono confermati ora con giocatori di altissimo livello. Sono felicissimo”. Infine sulle polemiche post Juve-Roma: “Sempre uguale, non cambia niente…”.

Fonte: Sport Mediaset