Moratti deferito, oltre al danno la beffa!

Il Procuratore federale ha deferito alla Commissione Disciplinare Nazionale il presidente dell’Inter Massimo Moratti e il club nerazzurro.
Moratti è stato deferito “per avere espresso, mediante le dichiarazioni pubblicate su organi di informazione, giudizi e rilievi lesivi della reputazione ed in particolare della buona fede e della imparzialità degli ufficiali di gara e, conseguentemente, della regolarità del campionato a causa dell’operato degli arbitri, così ledendo la reputazione degli Organismi operanti nell’ambito della F.I.G.C., nonché il prestigio e la credibilità della medesima Istituzione Federale”.
Questo è quanto si legge sul sito della Figc in seguito alle dichiarazioni parse, ovviamente, scomode da parte del Patron nerazzurro dopo Inter-Atalanta.
Moratti aveva espressamente dichiarato di non credere più nella buona fede dei fischietti, ma d’altronde come dargli torto?
Il rigore fantasma fischiatoci contro è ancora oggetto di controversie, perchè a distanza di giorni non abbiamo ancora capito cosa abbia fischiato Gervasoni.Poi ovviamente c’è chi fa finta di non vedere, essendo pienamente convinto del fallo da rigore di Samuel.

Moratti aveva lanciato una “bomba”, aveva semplicemente espresso i suoi dubbi sulla condotta degli arbitri. Il deferimento ci sta tutto, certo, o no? Il dubbio viene, perchè basti pensare che altri Presidenti di società altrettanto importanti di Serie A come Agnelli e Galliani, in seguito a dichiarazioni ben più “gravi” di queste, non abbiano ricevuto alcun deferimento.
Il Sig. Galliani parlò addirittura di Campionato falsato per la controversa questione dell’Is Arenas. Deferimenti? No.
Il Sig. Agnelli invece ribadisce e rivendica i 30 scudetti della Juventus, vinti sul campo eh (mica lo dimenticate?!), contro ogni decisione della Figc che invece gliene attesta solo 28.
Illuminatemi su quale deferimento abbia ricevuto nell’ultimo anno: nessuno!
Il deferimento a Moratti ci sta, anzi ci sarebbe stato tutto, se avessero utilizzato lo stesso metro di giudizio verso le altre società.
Pulvirenti parlò di sudditanza psicologica verso le grandi. Noi rientriamo in quella schiera, ma siamo solo una grande che fa paura sul campo, agli avversari, non nei palazzi del potere!