Moratti benedice la cessione dell’Inter: “Giusto lasciare a Thohir”

Nonostante il passaggio di consegne ad Erick Thohir sia avvenuto da tempo, Massimo Moratti torna a parlare della trattativa che ha portato la cessione dell’Inter al magnate indonesiano. Il presidente onorario nerazzurro ha chiarito il suo pensiero a ‘SkySport’ nello speciale ‘Signori del Calcio’.

“Sotto un certo aspetto considero talmente giusto il fatto di aver passato la mano dopo tanto tempo, che tutto questo mi tranquillizza un po’, trovo che era una cosa da fare nei confronti della società – ha chiosato Moratti -. Il personaggio Thohir è relativamente intimidito, è una persona a cui piace molto questo ambiente in cui è capitato e l’entusiasmo che suscita l’Inter”.

Ancora sull’avvento di Thohir come nuova figura nerazzurra: “”Si accorge forse che il peso di tutta questa cosa, peso però dal punto di vista della popolarità, è più grande di quello che uno possa comunque immaginarsi da lontano, ma credo che la cosa sia comunque affascinante anche per lui”.

Nel corso della sua lunga gestione un ruolo fondamentale lo ha avuto Josè Mourinho, con il quale l’Inter ha vinto il Triplete: “Ha una personalità molto forte, una grande conoscenza del calcio, la capacità di capire gli altri e poi il senso del comando misurato, giusto, con un certo fascino nei confronti dei giocatori perchè poi la risposta era anche vincente. I giocatori non hanno avuto subito la pazienza di capirlo, poi la seconda parte del primo campionato l’ha vinta facile. E poi era, a suo modo, in certe cose, umile, un umile lavoratore”.

Fonte: goal.com