Moratti acquisterà il Cagliari?

Ressa, sorrisi e foto per l’ex presidente nerazzurro. La risposta: “No, non posso. Cellino è così simpatico”. Nel ’70, Moratti senior portò la squadra allo scudetto.

Massimo Moratti come suo papà Angelo? Nel 1968, lasciato il club nerazzurro a Fraizzoli, il mitico presidente della Grande Inter decise di acquisire il Cagliari, senza però occupare cariche istituzionali: quel suo ingresso portò il club rossoblù allo storico scudetto del 1970, con Gigi Riva e tanti campioni. Massimo Moratti potrebbe rifare quel percorso? E’ la domanda tanti tifosi Cagliari, che ieri lo hanno incrociato in Tribunale perché vittima di una tentata truffa, ha posto all’ex numero uno nerazzurro. Che ha risposto. “No. Il presidente è Cellino, che è simpatico”.

Difatti, non poteva passare inosservato in Tribunale a Cagliari l’arrivo dell’ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti, industriale alla guida della raffineria Saras di Sarroch. Strette di mano, foto scattate con i telefonini dai curiosi, hanno contraddistinto il passaggio nei corridoi giudiziari del massimo dirigente dell’azienda petrolifera, giunto nel capoluogo sardo per testimoniare in un processo che lo vede vittima di una presunta truffa. Spacciando il suo interessamento all’acquisto di una fonte di acque minerali, i presunti truffatori avrebbero falsificato la firma dell’imprenditore e presentato un falso passaporto.
“Ovviamente di questa fonte di acqua non ne sapevo nulla – ha detto Moratti al giudice Giampiero Sanna – Né la firma nei documenti e passaporto sono i miei”.
Rimasto un’ora nel corridoio del Tribunale prima che venisse chiamato per deporre, l’ex proprietario dell’Inter ha scherzato sul calcio. Alla domanda “Comprerebbe il Cagliari?” ha risposto, sorridendo: “Ma no. C’è Cellino che è così simpatico”. Domanda non fuori luogo, rivolta all’ex presidente. Perché nel 1968 suo papà, Angelo Moratti, decise di vendere l’Inter a Ivanoe Fraizzoli, dopo aver vinto tutto; e decise di acquisire le quote del Cagliari, pur restando formalmente fuori dal gruppo dirigente: e contribuì in maniera decisiva a portare la squadra rossoblù allo storico scudetto del 1970.
Ai tifosi del Cagliari, 45 anni dopo, può anche balenare l’idea che Massimo Moratti possa rifare quanto aveva fatto suo padre.

Fonte: Sport Mediaset