Montoya, la verità sull’operazione: spesi 1,3 mln, c’è obbligo di acquisto ma…

Martin Montoya è uno dei giocatori, nella rosa dell’Inter, ancora non scesi in campo in questa stagione. L’ex canterano del Barcellona sta faticando ad adattarsi al calcio italiano ed è stato sopravanzato, nelle gerarchie di Roberto Mancini, da Davide Santon.

Durante l’estate, si è spesso parlato dell’operazione che ha portato Montoya all’Inter, un’operazione di prestito con diritto di riscatto. In realtà, come si evince dal bilancio pubblicato oggi dalla società nerazzurro, per Montoya è in vigore l’obbligo di riscatto ma condizionato.

Il terzino, infatti, è stato prelevato in prestito per 1,3 milioni di euro, con “obbligo di riscatto a 6 milioni nel caso in cui il giocatore effettui almeno il 33% delle partite ufficiali con almeno 30 minuti disputati in ciascuna partita nella stagione 2015/16”.