Moggi: “In Italia troppo facile vincere…”

Luciano Moggi sta con Max Allegri e lo dice a chiare lettere nella sua rubrica sulle pagine di ‘Libero’, con tanto di numeri snocciolati ad uso e consumo delle ‘vedove’ di Conte, a dire il vero sempre meno numerose tra i tifosi della Juventus, stanti i risultati ed il gioco espressi.

All’11ª giornata del campionato 2013/2014 la Juventus di Conte stava sotto la Roma a -3, aveva realizzato 23 goal, subiti 10; alla stessa giornata quella di Allegri ne ha fatti 25, subiti 4 ed è davanti alla Roma di 3 punti. Tanto dovrebbe bastare per dimostrare la bontà del lavoro di Allegri“, sentenzia l’ex Dg bianconero.

Moggi prova poi a spiegare cosa accade invece quando si passa in campo europeo: “Juventus e Roma stanno dominando il campionato dall’alto di una classe superiore tale da dare spesso la sensazione che possano disporre anche delle squadre straniere in Champions. Se ciò non avviene è perchè il nostro calcio è inferiore a quello di altri Paesi dove vincere è molto più complesso: non deve meravigliare se la Roma nei due scontri con il Bayern prende complessivamente 9 goal, o se la Juve perde il primo scontro ad Atene contro l’Olympiacos…“.

Lucianone non può infine rinunciare a fare il punto sulla situazione attuale all’Inter: “La squadra nerazzurra ha ancora una volta dimostrato pochezza nel gioco e deve ringraziare Handanovic: poteva sicuramente finire peggio.Mazzarri in ogni caso si dice contento di quello che ha visto (forse si è soffermato più sul Verona), dice che dopo la sosta le cose miglioreranno (nonci vorrà molto) e che il progetto Thohir è lungo 3 anni. Di quale progetto si tratti non è dato di capire…“.

Fonte: goal.com