Moggi: “Dopo Calciopoli avevo pensato al suicidio”

In un documentario di Netflix che ripercorre la vicenda Calciopoli, Luciano Moggi racconta le sue sensazioni di quel periodo e confida: «Avevo vergogna pure a passeggiare per le strade e in quel momento ho pensato a tante cose, tra cui al suicidio».

L’ex dirigente della Juventus poi continua: «Ero diventato il bersaglio di tutti. Il sistema non esisteva, ma dovevo pagare solo io». Nel documentario su Calciopoli, Moggi ripercorre le tappe di quella vicenda e aggiunge: «I primi dieci giorni sono stati tremendi» .

FONTEcalcionews24.com