Milito scatenato davanti a Moratti

Continua in maniera positiva il cammino di avvicinamento dell’Inter alla nuova stagione. Con i gol di Coutinho (3′), Cambiasso (54′), Garritano (86′) e una tripletta di Milito (6′, 40′, 42′), si chiude sul 6-0 l’amichevole tra Rappresentativa Trentino e Inter, disputata oggi pomeriggio allo stadio “Pineta”. Inter all’esordio, vincente, in maglia rossa per il primo vero e proprio test della preparazione estiva a Pinzolo, al quale assiste sulla panchina nerazzurra anche il presidente Massimo Moratti.

E’ Coutinho dopo 3′ a portare l’Inter in vantaggio con un destro a giro dal limite dell’area, che passa sotto le gambe di un disorientato Fracalossi. Al 6′ il risultato è già di 2-0, grazie a Mbaye, bravo a fornire l’assist per Diego Milito, che stoppa palla di petto e con destro interno batte per la seconda volta il portiere avversario.  Al 26′  capitan Zanetti colpisce il palo alla sinistra del portiere. Stessa sorte, dopo il calcio d’angolo, per Milito che colpisce la traversa. È una grande giocata di Guarin a offrire il tap-in vincente a Milito che dopo due minuti chiude il triangolo con Zanetti e Palacio sigla il terzo gol. Nella ripresa il gol arriva al 9′, con tiro di Cambiasso sulla ribattuta di quello di Milito. Al 41′, sull’assist di Nagatomo, è il giovane Garritano a trovare la rete del 6-0.

Luca Castellazzi, che ha rinnovato al termine della stagione il suo legame con i nerazzurri fino al 2014: “È stata una bella soddisfazione quella di aver trovato un accordo per il prolungamento di due anni. Evidentemente, è stato apprezzato quello che ho fatto sotto il profilo tecnico e umano. Credo le punte – spiega Castellazzi -, Coutinho, Palacio, Milito, Pazzini, ma anche Guarin, ad esempio, ha un gran tiro dalla distanza”.

Andrea Stramaccioni non fa ancora i salti di gioia ma si può ritenere abbastanza soddisfatto dopo il 6-0 sulla Rappresentativa del Trentino: “C’è l’idea, la squadra cerca di mettere in campo quello per cui lavoriamo. Non siamo neanche all’inizio, ma ho visto costanza anche quando il risultato non è un valore. Uno dei nostri piccoli problemi era quello di non essere equilibrati quando attaccavamo mentre adesso la squadra ha un’identità offensiva, adesso dobbiamo diventare in grado di lavorare su questo anche se abbiamo poco tempo. Contento di non aver subito gol? A voi lo posso dire: se ne prendevamo, avrei fatto fare alla squadra 100 giri di campo…”. Primo gol stagionale per Philippe Coutinho: “Le sue qualità non sono mai state in discussione – spiega Stramaccioni -, adesso ha la fiducia dell’allenatore, dell’ambiente, sta crescendo in maniera più serena, anche dopo gli errori cerca sempre la giocata”.

Fonte: Eurosport