Milan-Inter: è derby per il nuovo stadio, ma ancora c’è tempo

Il primo derby dell’era Thohir potrebbe giocarsi per questioni che vanno al di là del calcio giocato. Tra la voglia di cambiare filosofia aziendale in casa Milan e i nuovi investimenti del tycoon indonesiano per l’Inter, il primo terreno di scontro tra i due club potrebbe essere quello sul terreno dove costruire i rispettivi stadi di proprietà.

L’Inter, forte della nuova proprietà, potrebbe dare un’accelerata ai tempi che porteranno alla fine dei lavori, ma come riporta il ‘Corriere dello Sport’ anche il Milan è interessato alla stessa area: si tratta di un terreno a 14 chilometri dal centro di Milano, un’area di proprietà pubblica per 80% nel Comune di Milano e per 20% in quello di Rho, che verrà utilizzato per l’Expo 2015.

Una data ancora lontana, come sottolinea Adriano Galliani: “Non è una sfida all’Inter: l’area è semplicemente interessante e, anche noi come l’Inter, siamo interessati a questa soluzione che sarà disponibile dopo l’Expo, dunque nel 2016. C’è tempo per fare tutti i ragionamenti possibili”.

L’Inter però vuole muoversi velocemente, ed è anche in questo senso che va visto l’incontro tra Thoir e il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni. Moratti ha confermato di aver parlato con Maroni della costruzione del nuovo stadio, e lo stesso Governatore della Lombardia non si tira indietro al riguardo: “Gli ho prospettato un investimento nell’area Expo. Anche il Milan interessato alla stessa area dell’Inter? Non è un problema anche perché il presidente nerazzurro non mi ha detto ‘siamo interessati’. Se ci fosse un interesse concreto sia dell’Inter che del Milan troveremo una soluzione”. E tra i due litiganti, proprio Maroni potrebbe essere il terzo a godere…

Fonte: goal.com