Mihajlovic punta la panchina di Mazzarri: “E’ vero, sogno di allenare l’Inter”

Sinisa Mihajlovic non è certo tipo da nascondersi dietro un dito. Neppure quando dire la verità può risultare scomodo e, magari, controproducente. Ecco allora che, alla vigilia di quello che per lui è una sorta di Derby del cuore, il tecnico della Sampdoria  ammette candiamente quale sia il suo sogno nel cassetto

“Qualunque allenatore al mondo, compreso me, vorrebbe essere l’allenatore dell’Inter, ma non è il momento giusto per parlarne, anche perché io ho rispetto di chi sta sulle altre panchine”, ha infatti dichiarato senza troppi giri di parole l’allenatore blucerchiato in conferenza stampa. Parole le sue che, nonostante la puntualizzazione finale, probabilmente non avranno fatto troppo piacere  a Mazzarri.

Mihajlovic, quindi, ribadisce il proprio immeso amore per i colori nerazzurri, sottolineando: “Sono rimasto legatissimo ai nerazzurri, a cui devo molto. Penso a loro come alla mia famiglia. La famiglia Moratti mi ha mostrato sempre stima, e il suo sentimento è stato ricambiato.

Solo parole al miele, ovviamente, anche per l’ex presidente dell’Inter: “E’ il simbolo di un calcio fondato sulla passione, ciò che lui ha fatto è indimenticabile, ma se ha lasciato la società a Thohir, vuol dire che quest’ultimo gli ha fornito le garanzie necessarie. Forse il distacco del presidente Moratti era necessario, ma le tradizioni interiste saranno sempre da rispettare. All’Inter farò sempre il mio in bocca al lupo”.

Ora, però, Mihajlovic è concentrato solo sul suo presente alla Sampdoria tanto che, in occasione dell’ultimo allenamento a Bogliasco, Sinisa ha nascosto la squadra agli occhi del mondo. La sensazione, insomma, è quella di una delle vigilie più importanti nella carriera del rampante serbo. Che, in caso di vittoria, potrebbe magari iniziare la lenta scalata alla panchina dei suoi sogni.

Fonte: goal.com