L’idea di Mancini, Medel terzino destro. Melo, ci vuole ben altro per…

La Juventus è una delle vittime preferite di Mauro Icardi, dal 2013 sono tre i gol che ha segnato ai bianconeri con la maglia della Samp e altrettanti quelli con l’Inter, anche se con i colori nerazzurri addosso rincorre ancora l’acuto dei tre punti. Ci si affida a lui, ma per batterli dopo cinque anni e mezzo serve un cambio di passo da grande squadra”. Così Massimiliano Nebuloni sintetizza i temi della partita che si giocherà al Meazza domenica sera.

Mancini sta recuperando Kondogbia e Jovetic e domani rientreranno anche i sudamericani impegnati con le Nazionali (Murillo, Guarin, Miranda, Medel) che probabilmente partiranno tutti e quattro da titolari. L’allenatore interista, spiegano a Sky, culla una suggestione: “Medel terzino destro per non perdere un mastino irrinunciabile in una gara così importante, importante come Felipe Melo che si è allenato a parte per un affaticamento, ma la partita non è a rischio. Ci vuole ben altro per fargli saltare Inter-Juventus”.