Mazzarri vs Stramaccioni: chi è il migliore?

Il campionato sta per entrare nella sua seconda parte e in casa Inter è già tempo di processi. Uno tra i primi a finire sul banco degli imputati è ovviamente Walter Mazzarri, colpevole di aver esaurito troppo in fretta la carica data alla squadra che si era vista nel primo scorcio di stagione. Infatti, con il passare del tempo la formazione nerazzurra ha smarrito gli automatismi che l’avevano resa una tra le più piacevoli sorprese di inizio torneo. I paragoni con la precedente e disastrosa annata non tardano a farsi vivi, e c’è già chi grida al fallimento dell’Inter targata Mazzarri, come successe per quella targata Andrea Stramaccioni. Ma siamo sicuri che Mazzarri abbia fatto così male finora? Attenendosi rigidamente ai dati statistici verrebbe da dire di sì, perchè anche l’Inter di Stramaccioni partì molto bene per poi smarrirsi completamente con il passare delle partite chiudendo con un pessimo piazzamento in classifica. Ma analizzando altri fattori ci si accorge di come le cose non siano affatto così. Infatti, Mazzarri, una volta arrivato all’Inter, non ha trovato una squadra, ma quello che rimaneva di una squadra. Se a ciò si somma anche un mercato poco ragionato con acquisti che non hanno finora saputo incidere (o poco) nelle partite disputate, e un nuovo Magnate che non sa se dar retta ai tifosi e all’allenatore che invocano disperatamente rinforzi, o ai conti del Club che invocano pietà, qualche attenuante per il tenico toscano può esserci. Certo è che l’Inter può e deve ambire a ben altro, con o senza alibi per l’allenatore.

Maurizio Pinoli