Mazzarri: ”Vincere il derby sarebbe la svolta, Kovacic potrebbe giocare dietro Palacio”

Come di consueto Walter Mazzarri ha parlato alla vigilia del match di campionato, il derby contro il Milan nell’occasione, queste le parole dell’allenatore nerazzurro: “Il derby ha un fascino particolare, in questo momento cerco di pensare il meno possibile all’atmosfera della gara per concentrarmi su come motivare i ragazzi e su come impostarla tatticamente, quello che voglio domani è vedere noi fare un calcio propositivo, in campo ci andremo in due quindi anche in base alle loro caratteristiche ci regoleremo come affrontarli, quello che ho cercato di trasmettere questa settimana è la massima serenità, il calcio non è tensione ma attenzione, vincere potrebbe caricarci, per noi potrebbe essere la svolta, se non va bene dovrò esser bravo io a tirarli su moralmente. Non è facile far dei confronti tra il Milan e l’Inter di oggi, loro vengono da un terzo posto e da una conferma generale, noi abbiamo avuto più cambiamenti, per primo il mio arrivo, ho grande rispetto e stima verso Allegri, ci siam anche visti di recente. Domani ci mancherà Alvarez e sarà un assenza pensate perché Ricky a centrocampo riesce a fare le due fasi, ad oggi non vedo Kovacic pronto per giocare nel suo ruolo, lui ha tanta qualità ma in fase di non possesso ancora manca in qualcosa, Zanetti al suo posto credo posso darci maggiore equilibrio specie in una partita come quella che andremo ad affrontare, Mateo potrebbe giocar più avanti, devo decidere tra lui e Taider.  L’incontro di ieri col presidente Thohir è stato molto positivo, l’ho visto molto sereno e tranquillo, molto più di me che mi innervosisco quando non arrivano i risultati, ci ha fatto i complimenti per il gioco espresso a Napoli, il nostro progetto resta quello di questa estate ovvero valorizzare al massimo la nostra rosa ed arrivare il più in alto possibile. L’ultimo dei miei pensieri in questo momento è il mercato, Guarin è tranquillo, a Napoli ha fatto la sua miglior partita stagionale, per assurdo le voci su di lui l’hanno stimolato, vorrei che avesse quella continuità che gli è mancata sin ora, magari domani potrebbe giocar anche in una posizione diversa rispetto al solito. Milito sta bene, ha fatto un lavoro straordinario ed ora è quasi pronto, giocherà una partita in Argentina il 26 dicembre e poi tornerà a disposizione ufficialmente per il primo match stagionale del 2014. Da gennaio stiamo valutando anche l’eventualità di tenerci Botta che ci ha impressionato in allenamento, spero di recuperare al massimo anche Kuzmanovic che è stato fuori un mese, ho grande stima di lui sia come giocatore che come uomo”. 

Fonte: europacalcio.it