Mazzarri sul futuro: “Illazioni. Parlerò con Thohir al momento giusto”

Walter Mazzarri, nel corso della conferenza stampa alla vigilia di Torino-Inter, ha commentato le voci su un suo addio in estate per volontà del nuovo proprietario Thohir.
Queste le sue parole: “L’inglese lo so anche io: ho fatto la gavetta, tanti anni fa facevo l’osservatore e mi sono sempre fatto capire. Tanti miei colleghi italiani che vanno all’estero non sono tanto più bravi di me in questo senso. Sono uno dei pochi che sa come ci si muove in una società, il ruolo che ho e dove non devo sconfinare. Non chiamo mai la proprietà, funziona al contrario. Io sono un dipendente, sono a disposizione di qualsiasi proprietario e dò spiegazioni ventiquattro ore al giorno come, in un altro modo, li dò ai miei giocatori. Io devo solo cercare di far rendere al meglio la mia squadra. In tredici anni di carriera ho fatto questo lavoro bene, al meglio. Il resto è aria fritta… Se Thohir mi chiama rispondo, non ci sono problemi. Moratti ci ha informati di tutto, ma ieri con noi c’erano Branca ed Ausilio. Moratti chiama sempre, i suoi collaboratori sono qui. Non ci sembra che, toccando con mano queste situazioni, sia cambiato molto. Parleremo al momento giusto, tranquillamente”.

Fonte: calciomercato.it