Mazzarri: “Stringiamo i denti e invertiamo la tendenza a Cesena”

Walter Mazzarri
Walter Mazzarri

Dopo due sconfitte e due pareggi, l’Inter di Mazzarri cerca la rinascita a Cesena: “Dobbiamo invertire la tendenza e fare punti. I ragazzi lo sanno, ma dovremo stringere i denti perché siamo in difficoltà e poco brillanti. Già in passato ho avuto momenti difficili, ma sono ottimista e supererò anche questo”. In conferenza poi una risposta ad Agnelli su Calciopoli: “L’Inter merita più rispetto e va rispettata”. Moratti: “Ottimo rapporto”.

LE PAROLE IN CONFERENZA

Ha la sensazione che queste quattro partite possano dire molto per il futuro dell’Inter? Dobbiamo invertire la tendenza a livello di punti già a partire da Cesena.

Cosa teme del Cesena? Lo rispettiamo, soprattutto in casa. Dovremo essere bravi a non farli giocare come sanno. Il destino ce lo costruiamo da soli.

Non è che il tempo a sua disposizione sta scadendo? Qui mancano i punti, perché come prestazioni ci siamo sempre stati

Si ricorda altri momenti difficili come questo? Quasi tutti gli anni ho avuto momenti duri, ma li ho sempre superati. Sono ottimista, supererò anche questo

La squadra potrebbe avvertire il distacco di Moratti con qualche punto di riferimento in meno? La fase più importante del distacco è stata l’anno scorso, ora è solo un’altra fase. Io come allenatore ho fatto l’impossibile per tutelare i giocatori e isolarli da tutto il resto.

All’Inter manca movimento senza palla? Può capitare ed è capitato, ma il calcio è questione di tempi. Bisogna migliorare a velocizzare il gioco

Si sente in difetto nei confronti di Thohir? E’ normale che non sia contento delle sconfitte che abbiamo raccolto. Ma quando inizia un progetto nuovo, gli incidenti di percorso possono capitare. Però se tutti remano dalla stessa parte nel giro di poco si torna a essere competitivi. Non è così facile avere subito dei risultati

Com’è stato il suo rapporto con Moratti? E’ stato ottimo, col presidente e la famiglia. Non ho mai avuto problemi con loro e mi sono trovati benissimo

Vi serve qualcosa per migliorare la rosa? Numericamente la rosa era giusta, ma ora ci mancano 7 giocatori e molti infortuni non ce li aspettavamo. In questo momento dobbiamo stringere i denti e farlo passare nel miglior modo possibile. Poi potremo anche metterci a giocare meglio

C’è qualcosa da cambiare nel suo calcio se le vittorie non arrivano? I motivi di questo calo li ho già spiegati. Tanto parte dalla brillantezza fisica precaria. Ci manca questo e non arriviamo prima sul pallone. Ho visto col Napoli un calcio che vorrei, aggressivo e rapido

C’è una sensazione di accerchiamento nel vostro ambiente: voi contro tutti? C’è tanta pressione intorno ai giocatori. L’allenatore deve far quadrato intorno a loro, ma sono loro a farci vincere o perdere. Devono pensare a quello

Obi ha giocato bene contro il Napoli: potrebbe essere il vice di M’Vila? Joel ha un bel passo, è più adatto a giocare come mezz’ala. E’ uno spreco a tenerlo in mezzo come mediano, ha anche qualità tecniche. Si esalta di più sulla fascia

Meglio giocare in trasferta in questo momento? Contro il Napoli c’era un bel clima, anche perché avevamo iniziato bene. I momenti difficili si superano insieme, anche ai tifosi, che hanno sempre fatto avere il loro appoggio

Cosa vuol dire ad Agnelli? L’Inter merita rispetto e va rispettata. Per il resto ci ha pensato la società a rispondere

Come si affronta questo momento difficile anche dal punto di vista societario? Non mi manca il tempo per chiamare uno per uno i miei giocatori. Voglio parlare faccia a faccia coi ragazzi, come ho sempre fatto. Dobbiamo solo pensare al campo, le altre cose non riguardano noi

Thohir ha rinnovato la fiducia: saranno decisive le prossime partite per il tuo futuro? Ci sono già stati momenti delicati nella mia carriera. Penso alla partita successiva, non penso sul tre-quattro partite. Questo mestiere va interpretato così, sono sereno e tranquillo

Moratti ha fatto riferimento al vostro botta e risposta tendendole la mano: fa altrettanto? Mi ha fatto piacere che Moratti abbia parlato così di me. Non era mia intenzione mancargli di rispetto, mi fa piacere che l’abbia capito e apprezzato. Lo ringrazio .

Fonte: Sport Mediaset