Mazzarri: “Spero che i tifosi ci aiutino”

Dopo il k.o. di Parma, l‘Inter domenica proverà a riscattarsi col Verona: “E’ una squadra organizzata, si difende bene e fa male quando attacca – dice Mazzarri -. Vorrei ripartire dal primo tempo di St. Etienne, così potremmo fare una buona gara. Palacio? La caviglia non è guarita del tutto, ma è un giocatore talmente importante che è difficile farne a meno”. Il tecnico confida nell’aiuto dei tifosi: “Spero che la nostra gente possa darci una mano”.

LA CONFERENZA DI WALTER MAZZARRI

Sul Verona. “Il Verona sta facendo bene da anni, anche nel mercato hanno operato sempre bene. E’ una squadra che concederà pochi spazi, sono organizzati, si difendono bene e fanno male quando attaccano. Io vorrei ripartire dal primo tempo di St. Etienne. Se dovessimo essere così, potremmo fare una buona partita”.

Sui giovani. “Quando si inizia un progetto con certi parametri, si è tenuto in considerazione da subito di utilizzare i giovani. Saranno un patrimonio futuro di questa società”.

Sugli infortunati. “E’ la settima partita in 21 giorni. Oggi abbiamo un allenamento e poi faremo le scelte migliori per domani. Devo ancora parlare con tutti”.

Su Palacio. “Sappiamo quanto è importante per noi, la caviglia sembra non sia completamente guarita. Speriamo che da un momento all’altro si sblocchi, è un giocatore talmente importante che è difficile poterne fare a meno”.

Su Bonazzoli. “A Parma ha giocato esterno a destra, ma è stata una forzatura. Lui può giocare da centravanti o seconda punta. Deve stare vicino alla prima punta, oppure essere lui il centravanti. E’ in crescita e se continua così sarà un patrimonio importante per questa società”.

Sui fischi. “Bisogna partire col piglio giusto per scaldare gli spalti. Se ci dovesse essere qualche momento difficile, tutti dobbiamo aiutare questa squadra e spero che la nostra gente possa darci una mano”.

Sulle prossime partite. “Io benedico questa sosta, spero che questi 15 giorni servano a recuperare più giocatori possibili. Se questo avverrà, se noi stiamo bene e facciamo le cose al massimo, possiamo mettere in difficoltà chiunque”.

Su Dodò. “Noi ci abbiamo creduto, ha margini di miglioramento. Il problema è che non ho potuto farlo rifiatare, perché avrebbe potuto e può dare ancora di più”.

Su Vidic. “Io non ho visto colpe di Vidic ma ho visto una grande prestazione col Saint Etienne. Non abbiamo sofferto quasi mai, mi sembra che abbia fatto un’ottima gara”.

Lei può fare ancora meglio? “Io non valuto me stesso, sono gli altri che valutano il mio lavoro. E’ vero che abbiamo sbagliato qualche partita, ma stiamo facendo talmente tante cose che si potrebbe provare a vedere il bicchiere mezzo pieno. Di sicuro io darò sempre il massimo per questi giocatori, che mi stanno dando tante soddisfazioni”.

Su Jonathan, in scadenza di contratto. “Quest’anno non l’ho quasi mai avuto per problemi fisici e l’anno scorso era un titolare. Non vedo l’ora di averlo a disposizione”.

Fonte: Sport Mediaset